Italiani in trasferta. Sono in cinquanta ad esporre i propri disegni all’Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, assieme ad altrettanti colleghi polacchi: ecco qualche immagine

Nato come progetto itinerante italiano, difficile immaginare che Sto* disegnando!!! non trovasse alla fine altre incarnazioni all’estero. Questa volta tocca a Varsavia, con cento opere grafiche realizzate su commissione. Il format virale ideato da Michael Rotondi non è altro che un invito collettivo a un gruppo selezionato di artisti a realizzare un disegno in bianco […]

Silvia Mei

Nato come progetto itinerante italiano, difficile immaginare che Sto* disegnando!!! non trovasse alla fine altre incarnazioni all’estero. Questa volta tocca a Varsavia, con cento opere grafiche realizzate su commissione. Il format virale ideato da Michael Rotondi non è altro che un invito collettivo a un gruppo selezionato di artisti a realizzare un disegno in bianco e nero su un foglio A4. Ambasciatore locale dell’iniziativa, l’artista marchigiano Alex Urso che sembra essere sempre più a suo agio nella capitale polacca dopo la personale alla Turbo Gallery a maggio scorso.
Il tutto è reso possibile anche grazie all’Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, che mette a disposizione i suoi locali fino al 21 novembre. Un’iniziativa rigorosamente bilaterale che vede la partecipazione di cinquanta artisti italiani e altrettanti i colleghi polacchi, tra i quali spicca il nome di Karol Radziszewski, coinvolto anche in un progetto omaggio al teatro di Grotowski curato da Eugenio Viola per il Centro di Arte Contemporanea Znaki Czasu a Toruń. Nella fotogallery, una bella selezione delle opere in mostra…

– Giuseppe Sedia

 

 

CONDIVIDI
Giuseppe Sedia
Giornalista e reporter freelance nato il 6 luglio 1982 a Montreuil (Francia). Scrive di attualità, politica, cultura e spettacoli. È redattore del ‘Krakow Post’. I suoi articoli dedicati a cinema, videogiochi e arti visive sono apparsi su numerose riviste e web magazine italiani e stranieri (‘Warsaw Business Journal’, ‘Il Manifesto-Alias’, ‘Cafe Babel’, ‘Cineforum’, ‘Exibart’, ‘Film International’, ‘Asia Express’, ‘Sentieri Servaggi’). Attualmente vive in Polonia.