Italiani in trasferta. Alessandro Carboni alla Media Architecture Biennale di Aarhus, Danimarca. Mobilità e ricerca, per i giovani artisti italiani in Europa

Mappature urbane e pratiche performative. Un percorso in più step, che  Alessandro Carboni ha condotto in Danimarca, nella città di Aarhus, in occasione della MAB – Media Architecture Biennale 2014. EM:toolkit – urban mapping and performance practice – questo il titolo del progetto di ricerca – fra il 3 e il 22 novembre vede in campo l’artista, il pubblico e un […]

Alessandro Carboni, EMtoolkit - urban mapping and performance practice

Mappature urbane e pratiche performative. Un percorso in più step, che  Alessandro Carboni ha condotto in Danimarca, nella città di Aarhus, in occasione della MAB – Media Architecture Biennale 2014. EM:toolkit – urban mapping and performance practice – questo il titolo del progetto di ricerca – fra il 3 e il 22 novembre vede in campo l’artista, il pubblico e un gruppo di partecipanti, grazie a una fase di studio sul territorio, a un laboratorio, a una performance e a una conferenza.
L’obiettivo: inaugurare una modalità di approccio alla città che passi per una consapevolezza nuova degli eventi, dei microspostamenti, degli accadimenti minimi che si collocano in una zona periferica della nostra percezione, sfuggendo alla coscienza e alla conoscenza. Ciò che diventa invisibile, ai nostri pochi, e che pure determina l’andamento progressivo delle cose e l’alterazione lenta dei luoghi, dei territori.
Dopo i tre giorni di workshop e di attraversamento urbano, finalizzati a rimappare il contesto di Aarhus, andando alla scoperta di questi nuclei attivi nascosti, Carboni si misurerà con un’azione performativa, condivisa con gli iscritti al laboratorio, all’interno del Centro d’arte Godsbanen. Subito prima, una lecture mostrerà, attraverso video e immagini, alcuni esempi del percorso avviato ad Aarhus con alcuni performers e artisti visivi.
La ricerca si avvale del supporto dell’Università di Aarhus e fa parte del progetto di dottorato di Alessandro Carboni, “Performing Urban Complexity”, sviluppato presso la School of Creative Media dell’Università di Hong Kong. Un’esperienza felice di approfondimento e di promozione, che conferma il valore dei programmi di mobilità sostenuti dalle istituzioni europee, a favore dei giovani artisti.


Media Architecture Biennale

19-22 Novembre 2014
Aarhus, Danimarca
mab14.mediaarchitecture.org

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.