Un’estate con NUOVE//Residency. Davide Balliano, Matteo Nasini, Phoebe Collings-James: tre artisti nel vicentino alle prese con la ceramica e il territorio. Tutte le foto

Nasceva nel giugno 2013, su iniziativa di Geraldine Zodo, tra le località di Nove, Marostica e Bassano dal Grappa: NUOVE//Residency, residenza per artisti internazionali, continua a mettere in contatto talenti delle ultime generazioni con il territorio vicentino e la tradizionale  produzione di ceramica, eccellenza locale qui reinventata in chiave contemporanea. Nuove opere sono state concepite […]

NUOVE-Residency - Davide Balliano’s Open Studio view - Courtesy Galerie Rolando Anselmi

Nasceva nel giugno 2013, su iniziativa di Geraldine Zodo, tra le località di Nove, Marostica e Bassano dal Grappa: NUOVE//Residency, residenza per artisti internazionali, continua a mettere in contatto talenti delle ultime generazioni con il territorio vicentino e la tradizionale  produzione di ceramica, eccellenza locale qui reinventata in chiave contemporanea.
Nuove opere sono state concepite e realizzate, durante i periodi di soggiorno, grazie alla  collaborazione con esperti e professionisti del settore, sfruttando i laboratori come luoghi di apprendimento tecnico e sperimentazione creativa.
Fitto il calendario della stagione estiva, appena conclusasi, che ha visto alternarsi tra luglio e settembre tre giovani artisti. Davide Balliano, affiancato dall’azienda Stylnove, ha prodotto una serie scultorea, interamente in ceramica, sviluppata a partire da uno stesso modulo, battezzato [#EVA] e declinato in differenti cromie, grandezze, fisionomie: variazioni su tema, esplorando forme organiche pure, volumi essenziali e strutture fluide, procedendo per sottrazione, aggiunzione, sezionamento. Le opere di Balliano saranno presentate in esclusiva dalla galleria Rolando Anselmi di Berlino, durante la quarta edizione della parigina YIA – Young International Art Fair, tra il 23  e il 26 Ot­tobre, 2014.

NUOVE-Residency - Phoebe Collings-James’s Open Studio view
NUOVE-Residency – Phoebe Collings-James’s Open Studio view

Ha scelto un registro linguistico più ampio Matteo Nasini, che nel relazionarsi con gli umori e le frequenze dei luoghi, è passato dalla fotografia al disegno, dalle sculture tessili alle installazioni sonore ambientali. Iniziato il suo cammino dalle Dolomiti, Nasini è giunto sulle rive del fiume Brenta, dove ha concepito Splash!, una sequenza di calchi del fiume, in argilla, in cui brillano piccole stille di vetro. L’opera, a fine agosto, è stata esposta a Marsiglia, per il progetto Mess on a Mission di Gasconade ad Art-O-Rama. Un’altra scultura prodotta per NUOVE sarà invece in mostra a Milano, da Fluxia, nella collettiva TRUST_Vita Vel Regula a cura di Michele D’Aurizio, a partire dal 16 ottobre: una cascata di gocce in argilla, che cristallizza l’idea del flusso in una massa concreta, sfaccettata, messa in vibrazione dalla luce.
Infine, la londinese Phoebe Collings-James ha realizzato una serie di piccoli elementi modellati con diverse terre e rifiniti con pigmenti policromi a smalto. Figure ironiche, ambigue, scintillanti, un po’ reperti ludici e un po’ frammenti di corpi sconnessi,  tra allusioni sessuali, seduzioni tattili e raffigurazioni oniriche, arrivate direttamente dall’inconscio.
In quest’album fotografico, alcuni scatti raccontano l’estate diNUOVE//Residency: opere, spazi, immagini, occasioni, fra attraversamenti geografici, pratiche manuali ed esercizi concettuali.

–  Helga Marsala

www.nuoveresidency.com

 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.