Paris Updates: al Festival d’Automne si vede anche Matthew Barney. Doppia serata per scoprire la sua ultima Opera, River of Fundament

Ci sono proprio tutti, i big del contemporaneo, in questa scoppiettante Fiac week parigina. Anche Matthew Barney , protagonista venerdì 24 e sabato 25 ottobre alla Cité de la Musique di Parigi con la proiezione di River of Fundament. L’opera, di cuiBarney è autore con Jonathan Bepler. È inserita all’interno della programmazione del 43° Festival […]

Ci sono proprio tutti, i big del contemporaneo, in questa scoppiettante Fiac week parigina. Anche Matthew Barney , protagonista venerdì 24 e sabato 25 ottobre alla Cité de la Musique di Parigi con la proiezione di River of Fundament. L’opera, di cuiBarney è autore con Jonathan Bepler. È inserita all’interno della programmazione del 43° Festival d’Automne à Paris. Iniziato nel 2008 e terminato nel 2013, questo lavoro d’ispirazione wagneriana si presenta come un’epopea filmica – della durata di quasi sei ore – accompagnata dall’orchestra: un vero tripudio d’immagini s’intreccia nella creazione di questo capolavoro.
L’origine di questo progetto risale al 1983 quando
Norman Mailer regala a Barney una copia del suo romanzo Ancient Evenings (Antiche Sere in traduzione italiana) sperando che potesse diventare fonte d’ispirazione. Quel gesto fu il punto di partenza di River of Fundament, film-Opera che è liberamente ispirato al romanzo e propone una rilettura del Libro dei Morti dell’antico Egitto. L’opera è il risultato di differenti forme espressive che s’incontrano in un dialogo totalmente barneiano, dal cinema all’opera, alla performance.La collaborazione con Jonathan Bepler non è mai venuta meno tranne nella realizzazione di Drawing Restraint 9, lungometraggio sulle baleniere realizzato in occasione di un’esposizione a Kanazawa (Giappone) nel 2005 e presentato al Festival del Cinema di Venezia, dove Barney aveva affidato la parte musicale alla sua compagna di allora, la cantante islandese Bjork.

Silvia Neri

www.festival-automne.com

 

CONDIVIDI
Silvia Neri
Silvia Neri nasce a Vicenza nel 1985. Si laurea nel 2010 in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Padova con una tesi in Storia dell'Arte contemporanea su Cremaster 3 di Matthew Barney. Nel 2008/2009 collabora con il Centro Nazionale di Fotografia di Padova. Scrive dal 2010 per la rivista AreaArte e collabora con artisti per la realizzazione di video e cortometraggi e allestimento di esposizioni d'arte. Vive a Parigi dove studia Art Contemporain et Nouveaux Medias a un master recherche all'Université di Paris 8 e collabora con la Galerie Bernard Bouche.