Muore a 82 anni Oscar de la Renta, lo stilista delle first lady. Re dell’eleganza senza tempo, aveva vestito Jackie Kennedy e Nancy Regan

Si è spento a 82 anni, nella sua casa di Kent, nel Connecticut. Oscar de la Renta, decano della moda made in U.S.A., nato nella Repubblica Domenicana nel 1932, era malato di cancro dal 2006. Una firma eccellente, che lascia un vuoto importante nel panorama della creatività internazionale. Amato dalle donne più in vista dell’high […]

Amal Alamuddin prova i suo abioto di nozze nell'atelier di Oscar de la Renta - 2014

Si è spento a 82 anni, nella sua casa di Kent, nel Connecticut. Oscar de la Renta, decano della moda made in U.S.A., nato nella Repubblica Domenicana nel 1932, era malato di cancro dal 2006. Una firma eccellente, che lascia un vuoto importante nel panorama della creatività internazionale. Amato dalle donne più in vista dell’high society statunitense (e non solo), de La Renta aveva vestito, durante la sua lunga e sfavillante carriera, dive del cinema, first lady, personaggi dello showbiz, illustri rappresentanti della politica.  Negli anni Sessanta fu lui a definire l’inimitabile stile di bon ton Jacqueline Kennedy, guadagnandosi da allora un posto d’onore nei cuori della grand dames della Casa Bianca: da Nancy Reagan, negli anni Ottanta, a Hillary Clinton e Laura Bush più di recente. E poi icone dello spettacolo come  cui Cameron Diaz, Nicole Kidman, Oprah Winfrey, Kristen Stewart, Penelope Cruz, arrivando all’ultimo capolavoro disegnato per l’evento mondano dell’anno: suo era l’abito da sposa di Amal Alamuddin, l’avvocato libanese che lo scorso settembre ha impalmato a Venezia lo scapolo d’oro George Clooney.
Sofisticati e pieni di carattere, gli abiti di Oscar de la Renta hanno unito eccentricità e misura, sfarzo principesco ed equilibrio borghese, sontuosità e raffinatezza, originalità di volumi, tagli, accostamenti e un amore per il classico declinato con l’intuito e la vivacità del genio. Una moda senza tempo: eleganza allo stato puro, capace di interpretare i sogni di qualunque donna, raccontando, con outfit vicini alla perfezione, l’incontro tra immagine del potere, esprit romantico, autorevolezza, sensualità, libertà creativa.

– Helga Marsala

 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.