Mat Collishaw alla Galleria Borghese. L’artista inglese espone nel pantheon dei grandi di Rinascimento e Barocco, ecco chiccera all’opening

Notte romana per Mat Collishaw alla Galleria Borghese. L’artista britannico si è confrontato con coraggio con uno dei luoghi più iconici della Capitale, abitato da presenze illustri e capolavori senza tempo. E così il nostro “chiccera”, che in un gioco ironico con la storia dell’arte potrebbe annoverare Paolina Borghese di Antonio Canova, l’Apollo e Dafne […]

Notte romana per Mat Collishaw alla Galleria Borghese. L’artista britannico si è confrontato con coraggio con uno dei luoghi più iconici della Capitale, abitato da presenze illustri e capolavori senza tempo. E così il nostro “chiccera”, che in un gioco ironico con la storia dell’arte potrebbe annoverare Paolina Borghese di Antonio Canova, l’Apollo e Dafne di Bernini, Amor Sacro e Amor Profano di Tiziano Vecellio, le pale di Lorenzo Lotto, vi racconta con il consueto red carpet fotografico la preview della mostra. Che ha – ca va sans dire – richiamato molti volti noti della Capitale.

Tra il suo Zootropio, una lanterna magica che nel tempio della figurazione ha avuto l’ardire di animare la scultura e i suoi “quadri” in movimento che reinterpretano la pittura dei grandi, si sono visti Valentina e Laura Ciarallo, Achille Bonito Oliva, la direttrice Anna Coliva, Marcello Smarrelli, Anna Mattirolo, Elisa Fuksas, Giorgio Fasol, Erminia di Biasi. E molti altri. Ecco chiccera.

– Santa Nastro

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.