London Updates: la fiera invade i social grazie a #EmptyFrieze. Prima dell’opening instagrammers fra gli stand a caccia di curiosità: assieme a un maldestro vip…

Angela Goding, Kristen Joy Watts, JiaJia FeiMolly Gottschalk, Job Piston. E Klaus Biesenbach. Chi sono? L’ultimo, moltissimi di voi lo sanno, è il potentissimo direttore del MoMA PS1 di New York. Gli altri non sono né artisti, né galleristi, né critici, curatori o direttori di museo: eppure hanno un ruolo centrale nell’edizione 2014 di Frieze […]

Il gruppo di instagrammers di EmptyFrieze

Angela Goding, Kristen Joy Watts, JiaJia FeiMolly Gottschalk, Job Piston. E Klaus Biesenbach. Chi sono? L’ultimo, moltissimi di voi lo sanno, è il potentissimo direttore del MoMA PS1 di New York. Gli altri non sono né artisti, né galleristi, né critici, curatori o direttori di museo: eppure hanno un ruolo centrale nell’edizione 2014 di Frieze London. Centrale, almeno a livello di comunicazione: grazie a loro, infatti, la fiera ha avuto qualche centinaio di migliaia di visitatori virtuali fin da prima della sua apertura. Come? Grazie a EmptyFrieze, anzi a #EmptyFrieze: il nuovo progetto ideato per diffondere immagini della rassegna veicolate – su Twitter e Instagram – da un selezionato gruppetto di provetti instagrammers, sguinzagliati per i corridoi a fiera chiusa, prima dell’opening ufficiale. E da un direttore di museo, al quale però forse un corso rapido di fotografia non farebbe male, che ne dite?

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.