Lo Strillone: pagare le tasse con opere d’arte, su La Repubblica, si può. E poi il ricordo di Mitoraj, Rembrandt a Londra…

E se per pagare IRPEF e IMU usassimo un’opera d’arte? La legge permette di farlo fin dal 1982, ma la norma non è mai stata applicata: su La Repubblica è Dario Franceschini a spingere perché si possa assolvere a imposte dirette e tasse di successione cedendo allo stato beni storico-artistici al posto del denaro. Intanto […]

Quotidiani
Quotidiani

E se per pagare IRPEF e IMU usassimo un’opera d’arte? La legge permette di farlo fin dal 1982, ma la norma non è mai stata applicata: su La Repubblica è Dario Franceschini a spingere perché si possa assolvere a imposte dirette e tasse di successione cedendo allo stato beni storico-artistici al posto del denaro. Intanto Il Sole 24Ore racconta dei guai finanziari di EuroDisney, ricapitalizzata con un miliardo per evitare il tracollo.

Sebastiano Grasso su Corriere della Sera per il sentito coccodrillo in memoria di Igor Mitoraj; in una breve sul quotidiano di Via Solferino la mostra che a Ravenna rievoca i fasti della città che fu capitale imperiale. Brevi da La Stampa: numeri record per Picasso a Palazzo Strozzi, Rembrandt in mostra a Londra; raffica di eventi in Toscana per Coolt, settimana della cultura.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.