Il virus Loris Cecchini all’Edicola Notte. Ecco chiccera all’opening della nuova installazione nello spazio romano di H. H. Lim

Cellule, componenti molecolari, ma anche diagrammi tridimensionali. Moduli di acciaio lucido “che agiscono nello spazio dando luogo ad una sorta di membrana interstiziale, una metafora sulla densità individuata tra le pareti / diaframma”. Quali pareti? Quelle – alquanto ravvicinate, per chi conosce il microscopico spazio – di Edicola Notte, il famoso project-space romano dell’artista H.H. […]

Cellule, componenti molecolari, ma anche diagrammi tridimensionali. Moduli di acciaio lucido “che agiscono nello spazio dando luogo ad una sorta di membrana interstiziale, una metafora sulla densità individuata tra le pareti / diaframma”. Quali pareti? Quelle – alquanto ravvicinate, per chi conosce il microscopico spazio – di Edicola Notte, il famoso project-space romano dell’artista H.H. Lim. È questo il teatro per Waterbones (sponge), l’installazione di Loris Cecchini per vedere la quale Vicolo del Cinque, in piena Trastevere, si è riempito all’inverosimile di artisti, collezionisti, critici, patiti d’arte.

Il singolo elemento è generativo per l’intera installazione, si ripete incastrandosi negli altri contigui e fa crescere la scultura come una forma biomorfa che sembra essere sempre in evoluzione ed estensione, adattandosi all’architettura e allo stesso tempo rendendosi completamente indipentente da essa, come un virus, una pianta rampicante o una struttura frattale”. Da Achille Bonito Oliva a Marco Tirelli, a Gianfranco Baruchello, ecco chiccera all’opening del 9 ottobre, anche nell’immancabile coda conviviale al ristorante Ci Lin, per gli aficionados “Chinese Decadenza”…

www.edicolanotte.com

 

 

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • Loris Cecchini non posso crederci a Roma complimenti per l’eccellente ed elegante mostra insieme all’idolo dell’arte contemporanea il noto critico e scopritore della Transavanguardia Achille Bonito Oliva ma non dimenticatevi di Scala Roberto noto e famoso .