ArtVerona 2014, ecco tutti i prescelti per premi e acquisizioni. E l’Icona per la prossima edizione della fiera sarà Luigi Presicce

  ArtVerona, edizione numero dieci: prima dei bilanci, è il momento dei premi. E sarà un lungo elenco, visto che sotto questo aspetto la fiera scaligera si distingue a livelli nazionali, per quantità e per attenzione. Cominciamo da Icona, per il quale la commissione presieduta per questa decima edizione da Cristiana Collu, direttore del MART, […]

ICONA ArtVerona 2014 - Luigi Presicce, Allegoria astratta, 2014, Galleria Bianconi

 

ArtVerona, edizione numero dieci: prima dei bilanci, è il momento dei premi. E sarà un lungo elenco, visto che sotto questo aspetto la fiera scaligera si distingue a livelli nazionali, per quantità e per attenzione. Cominciamo da Icona, per il quale la commissione presieduta per questa decima edizione da Cristiana Collu, direttore del MART, ha selezionato un’opera che diventerà l’immagine della campagna di comunicazione di ArtVerona dell’anno successivo e sarà data in deposito a un museo AMACI che, nella fattispecie, quest’anno sarà proprio il MART di Rovereto. L’opera selezionata come ICONA 2014 è Allegoria astratta dell’atelier del pittore all’inferno tra le punte gemelle, di Luigi Presicce (2014), stampa fotografica su di-bond della performance per un solo spettatore alla volta accompagnato, tenutasi al Teatro Studio di Scandicci, presentata in fiera dalla Galleria Bianconi di Milano.
La Giuria di Independents 5, composta da Cristiano Seganfreddo, direttore di Fuoribiennale e curatore del format, Massimiliano Tonelli, direttore di Artribune, media partner della sezione e Andrea Bruciati, direttore artistico della 10° edizione di ArtVerona, a cui si aggiungono le preferenze della Giuria Popolare, ha individuato quale migliore progetto declinato sul tema quest’anno indicato, LA BOLLA, La Società dello Spettacolo di Assisi con Presente, “progetto di situazione deliberatamente predisposta per sperimentare la costruzione e decostruzione di una bolla_limite in 8 tappe”, a cui Amia, partner del Concorso, assegna un premio di 2000 euro. Menzioni speciali, che avrenno visibilità sul numero di novembre di Artribune, sono andate a Fagarazzi e Zuffellato, Sponge arte contemporanea, Sguardo Contemporaneo, Zone.
Per Welcome Design – Desall.com, contest internazionale di arredo urbano per individuare il miglior progetto che nel 2015 andrà ad accompagnare i visitatori dalle biglietterie di Porta Re Teodorico fino all’ingresso dei padiglioni, 2000 euro vanno a Claudia Suarezahedo, prima classificata con Beyond Art Pavilion, un progetto che attraverso la combinazione di forme geometriche diverse introduce alla manifestazione rimandando all’antica arte dell’origami. Il premio acquisto Collectors for Celeste, che vede un collezionista scegliere un’opera tra quelle proposte dalle gallerie aderenti a Raw Zone, ha visto selezionata per la seconda edizione l’opera Made in Italy, 2012, di Silvia Giambrone, portata in fiera da Doppelgaenger di Bari.
LEVEL 0, l’iniziativa vede alcuni direttori di musei e istituzioni d’arte contemporanea italiani individuare tra gli artisti presenti in fiera un loro prescelto, che si impegnano a promuovere nell’arco del 2015 con un talk, una pubblicazione, una mostra all’interno della propria programmazione, ha visto selezionati Serena Vestrucci, rappresentata in fiera dalla Galleria Fuoricampo di Siena, scelta da Ilaria Bonacossa del Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce di Genova; Paola Angelini, rappresentata dalla Galleria Massimodeluca di Mestre, è stato scelto da Cristiana Collu del Mart di Rovereto; David Rickard, rappresentato dalla Galleria Michela Rizzo di Venezia, è stato scelto da Valerio Dehò del Kunst Merano Arte di Merano; Eugenia Vanni, rappresentata dalla Galleria Fuoricampo di Siena, è stata scelta da Lorenzo Giusti del Man di Nuoro; Angela Glacjar, rappresentata da Antonella Cattani contemporary art di Bolzano, è stato scelto da Letizia Ragaglia di Museion di Bolzano; Tony Fiorentino, rappresentato da Doppelaenger di Bari, è stato scelto da Alberto Salvadori del Museo Marino Marini di Firenze; Silvia Giambrone, rappresentata da Doppelaenger di Bari, è stato scelto da Emma Zanella del MAGA di Gallarate.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.