Una biblioteca salverà il mondo? Da Lecce Artlab lancia la terza edizione dell’evento Bibliopride, che si allarga a tutto il territorio

L’importanza della diffusione della cultura attraverso una corretta sponsorizzazione degli spazi bibliotecari. È questo un altro tema fondamentale sviscerato nei dibattiti in corso in Puglia per Artlab: il prossimo 4 ottobre sarà avviata la terza edizione della manifestazione sull’orgoglio bibliotecario che, a partire da Lecce, toccherà diversi luoghi pugliesi. Per questa terza edizione, infatti, non […]

L’importanza della diffusione della cultura attraverso una corretta sponsorizzazione degli spazi bibliotecari. È questo un altro tema fondamentale sviscerato nei dibattiti in corso in Puglia per Artlab: il prossimo 4 ottobre sarà avviata la terza edizione della manifestazione sull’orgoglio bibliotecario che, a partire da Lecce, toccherà diversi luoghi pugliesi.
Per questa terza edizione, infatti, non ci sarà un’unica sede, ma l’evento si allargherà a diversi luoghi tra cui Brindisi, Bari e Trani, dove saranno affrontati temi molto significativi per la diffusione del l’organizzazione bibliotecaria.
Bibliopride discute e affronta un tema molto importante come il ruolo fondamentale del bibliotecario, non più stereotipato come spesso accade attraverso i media, ma visto con il basilare obiettivo di contribuire allo sviluppo della biblioteca e della cultura in Italia e di eliminare, una volta per tutti, la natura obsoleta che molti fruitori hanno dell’idea di biblioteca.
Questi luoghi, indispensabili oggi più che mai, sono un habitat in cui crescono pochi lettori ma di fortissimo interesse, che si riversano in tutti gli ambiti interconnessi alla realtà della lettura, scoperta e conoscenza. Alla luce di questi fabbisogni, oggi le biblioteche devono trasformarsi e divenire delle vere e proprie piazze dove ascoltare musica, con giardini attrezzati per la lettura, dei caffè letterario-culturali e veri luoghi in cui non venga trasmessa solo cultura, ma anche emozioni.

Isabella Battista

CONDIVIDI
Isabella Battista
Classe 1985, Isabella Battista vive a Bari. Laureata in Storia dell’Arte all’Università degli Studi di Bari, è giornalista pubblicista dal 2013. Con una forte propensione alla didattica museale e artistica, ha collaborato con diverse istituzioni con progetti per sensibilizzare il pubblico più giovane nei confronti dell’arte contemporanea e far partecipare attivamente gli studenti alla comprensione delle più moderne tecniche artistiche. Dal 2011 è membro delle redazioni di Puglia In e Artsob, mentre nel 2013 è stata coordinatrice della prima edizione della Project Room della Fondazione Museo Pino Pascali di Polignano a mare. Ama l’arte in tutte le sue forme, in particolare la fotografia e il linguaggio visivo contemporaneo a cui si sta appassionando anche praticamente e, appena ha l’occasione di partire, va alla ricerca di nuove realtà, esplorandole sia dal punto di vista culturale che artistico.