Sky Arte updates: cisterne d’autore a New York contro l’emergenza idrica in Africa. Arte pubblica con Jeff Koons e John Baldessari

Non hanno la mole o l’imponenza dei grandi grattacieli, ma sono segni altrettanto identificativi di uno degli skyline più famosi del mondo. Sono decine e decine – il New York Times, che ha tentato un censimento, si è arreso a quota 250 – le cisterne disseminate sui tetti della Grande Mela: grossi e goffi pentoloni […]

Cisterna d'artista a West Broadway © The Water Tank Project

Non hanno la mole o l’imponenza dei grandi grattacieli, ma sono segni altrettanto identificativi di uno degli skyline più famosi del mondo. Sono decine e decine – il New York Times, che ha tentato un censimento, si è arreso a quota 250 – le cisterne disseminate sui tetti della Grande Mela: grossi e goffi pentoloni in metallo da sempre destinati a raccogliere e conservare l’acqua che disseta, lava, rinfresca la metropoli. Elementi di un paesaggio urbano al centro di un programma che lega arte contemporanea e solidarietà, gettando un ponte tra il ricco Occidente e una delle aree più povere dell’Africa. Nasce nel 2007, su iniziativa dell’attivista Mary Jordan, il Water Tank Project: un lavoro di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti del dramma dell’emergenza idrica che grava sul Corno d’Africa, condotto grazie alla reinterpretazione delle cisterne che sono – a New York – sinonimo dell’acqua stessa.
La ricetta è tanto semplice quanto efficace: ricco il parterre di artista che hanno accettato di adottare una cisterna e trasformarla attraverso il proprio segno, creando un museo a cielo aperto che sia da monito costante per i newyorkers, richiamando implicitamente i valori della sostenibilità, del rispetto delle risorse naturali e della necessità di instaurare un rapporto di delicata simbiosi con l’ambiente. Legando all’attività artistica vera e propria una articolata serie di incontri didattici nelle scuole della città e campagne di fund raising a sostegno di interventi in situ.
Dopo la lunga fase preliminare di costruzione del progetto, ottenimento dei permessi e coinvolgimento degli artisti, si arriva finalmente all’operatività. Il cielo sopra New York, nei distretti di SoHo e Chelsea, si arricchisce in queste settimane dei primi cinque tank d’artista, firmati da Odili Donald Odita, Laurie Simmons, Sigrid Calon, Lorenzo Petrantoni e Tessa Traeger. Altri, a breve, si aggiungeranno. E non mancano le star. Su tutti Jeff Koons, Ed Ruscha, John Baldessari; ma anche i fotografi Terry Richardson e Alex Majoli, il reporter italiano oggi presidente della storica Agenzia Magnum.

Il sito di Sky Arte è powered by Artribune, che ne cura contenuti e interfaccia digitale. Scoprite a questo link le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale del primo canale televisivo culturale italiano in HD…
http://arte.sky.it