Paesaggio urbano in abbandono. Se ne parla a Bari per il festival Conversion+. Con architetti, urbanisti a costruttori pronti a disegnare percorsi di riattivazione

Riuso del paesaggio urbano in abbandono: se ne parla in Puglia al Teatro Margherita fino al 20 settembre al Conversion+ on abandoned urban landscape, festival itinerante giunto alla sua terza edizione. Anche esplorando la città di Bari, con un accento sulla Ex Manifattura Tabacchi e su altri luoghi “dimenticati”, seppur icone, del capoluogo. Con workshop, […]

Riuso del paesaggio urbano in abbandono: se ne parla in Puglia al Teatro Margherita fino al 20 settembre al Conversion+ on abandoned urban landscape, festival itinerante giunto alla sua terza edizione. Anche esplorando la città di Bari, con un accento sulla Ex Manifattura Tabacchi e su altri luoghi “dimenticati”, seppur icone, del capoluogo. Con workshop, passeggiate, esplorazioni. Conversion+ – spiegano i curatori – “ha l’obiettivo di costruire scenari sulla riattivazione dei frammenti di paesaggio urbano – gli ioni latenti nella città contemporanea – che hanno subito, negli ultimi decenni, fenomeni di abbandono, di dismissione, o che siano rimasti incompiuti”.
Ospiti del calibro di Marco Navarra – NOWA, Caltagirone; Giacomo Borella – Studio Albori, Milano; Francesco Librizzi – Librizzi Studio, tra gli altri, animeranno i laboratori e le giornate del festival ideato da Small – Soft Metropolitan Architecture & Landscape Lab e promosso da EdilceramLab. Non senza una mostra, che aprirà al Teatro Margherita sabato 6 settembre – alle 19 – e che avrà come oggetto i risultati di una ricerca condotta dal team curatoriale sul tema dell’abbandono edilizio non solo a Bari, ma anche a livello internazionale.

– Santa Nastro

http://www.conversionplus.it/

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.