Lo Strillone: Max Mara veste il Whitney Museum su Il Sole 24Ore. E poi arte araba a New York con Bonami, Praga…

Una pagina per Francesco Bonami su La Stampa per la completa indagine sull’arte araba contemporanea in scena al New Museum di New York. Nella Grande Mela anche Il Sole 24Ore per l’accordo che vede il brand Max Mara come sponsor del nuovo Whitney Museum griffato Renzo Piano. Intitolate una via a Oriana Fallaci. Dove? Ovunque in Italia: così in […]

Quotidiani
Quotidiani

Una pagina per Francesco Bonami su La Stampa per la completa indagine sull’arte araba contemporanea in scena al New Museum di New York. Nella Grande Mela anche Il Sole 24Ore per l’accordo che vede il brand Max Mara come sponsor del nuovo Whitney Museum griffato Renzo Piano.

Intitolate una via a Oriana Fallaci. Dove? Ovunque in Italia: così in una breve su Corriere della Sera il leader della Lega Nord Matteo Salvini; viaggio nella Praga decadente, con le memorie kafkiane offuscate dalla ressa di turisti sempre più cafoni, nel reportage di Alberto Arbasino su La Repubblica.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.