Italiani in trasferta. Immagini della prima personale di Francesco Gennari alla Galleria Antoine Levi, a Parigi. In Francia, a casa di un francese mezzo italiano

“Anche questa mattina mi sono presentato al mondo! Ho subito iniziato a lavorare, il cielo era ancora buio e le stelle erano sotto il mio sguardo, la luce della mia lampada mi sfiorava… […] era il 25 settembre del 2014… non ricordo altro…”. Con questo breve racconto autobiografico Francesco Gennari, quarantenne artista marchigiano trapiantato a […]

Anche questa mattina mi sono presentato al mondo! Ho subito iniziato a lavorare, il cielo era ancora buio e le stelle erano sotto il mio sguardo, la luce della mia lampada mi sfiorava… […] era il 25 settembre del 2014… non ricordo altro…”. Con questo breve racconto autobiografico Francesco Gennari, quarantenne artista marchigiano trapiantato a Milano, introduce Autoritratto nello studio, la sua prima mostra personale nella Galleria Antoine Levi, a Parigi. Un italiano in Francia, a casa di un francese mezzo italiano, visti i trascorsi tricolori del gallerista, in particolare l’esperienza a Torino con Franco Noero. Tre installazioni compongono la mostra: due nuove, del 2014 (fra cui Autoritratto nello studio, che dà il titolo a tutta la mostra), e una “storica”, La degenerazione di Parsifal (triangolo iperbolico avente il polo Nord come vertice), del 2005. Il vernissage c’è stato il 25 settembre, ma la mostra resta in piedi fino al 13 novembre, alla portata, per esempio, dei tanti che piomberanno a Parigi per la fiera Fiac: qui sotto intanto una bella anteprima fotografica…

Galerie Antoine Levi
44, rue Ramponeau – F-75020 Paris
antoinelevi.fr

 

 

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.