In Svizzera, per parlare di “società generosa”. A Manno una doppia giornata di studi a tema filantropico, con Elisa Bortoluzzi Dubach e il mondo del terzo settore

Due giornate di studio sul tema della filantropia con docenti, giuristi e avvocati, presidenti, direttori e membri di fondazioni dedicate al mondo del no profit. Ma anche, indirettamente, per ricordare Pier Mario Vello, Segretario Generale di Fondazione Cariplo, scomparso improvvisamente a giugno 2014, che all’iniziativa avrebbe dovuto partecipare. Si intitola La società generosa l’iniziativa, a […]

Elisa Bortoluzzi Dubach

Due giornate di studio sul tema della filantropia con docenti, giuristi e avvocati, presidenti, direttori e membri di fondazioni dedicate al mondo del no profit. Ma anche, indirettamente, per ricordare Pier Mario Vello, Segretario Generale di Fondazione Cariplo, scomparso improvvisamente a giugno 2014, che all’iniziativa avrebbe dovuto partecipare. Si intitola La società generosa l’iniziativa, a cura di Elisa Bortoluzzi Dubach, promossa dalla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana – Dipartimento scienze aziendali e sociali, che si terrà nell’ateneo nelle giornate del 25 e 26 settembre.
Il numero delle fondazioni in Svizzera è in forte espansione: il mecenatismo conosce un nuovo rinascimento. Perché? Quali ne sono le cause? Come cogliere le opportunità di questo trend positivo? Come pensano e lavorano i mecenati? Queste sono alcune delle domande (e delle proposte di percorso) da cui parte il programma, che offrirà inoltre, a partire dalla ricerca condotta dalla Dubach, presto oggetto di un libro, un excursus sul tema della filantropia femminile. Il racconto del terzo settore verrà affrontato inoltre attraverso la presentazione di buone pratiche da parte di studiosi e protagonisti di questo mondo come Maria Vittoria Rava, Fondazione Francesca Rava, Roland Benedick, che racconta la storia del Leopard Club; Christoph Degen parla de La storia della Fondazione Laurenz für das Kind, mentre Arnoldo Mosca Mondadori relaziona sulla filantropia come sfida e opportunità.

– Santa Nastro

Giovedì 25 e venerdì 26 settembre 2014
SUPSI – Dipartimento scienze aziendali e sociali
Formazione continua
Palazzo A, Via Cantonale 16c – CH-6928 Manno
www.supsi.ch

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.