Il rilancio del Centro Pecci di Prato punta su nuove risorse umane. Ecco i bandi per le posizioni aperte nella direzione, comunicazione e movimentazione opere

Assistente di direzione, registrar, responsabile di comunicazione e promozione. Sono le tre figure professionali ricercate dal Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato. Una ricerca che si iscrive nella nuova mission del Museo, inaugurato nel 1988 e in attesa della nuova ala realizzata dall’architetto Maurice Nio, che lo doterà di ulteriori spazi dedicati alle […]

Prato, Centro Pecci

Assistente di direzione, registrar, responsabile di comunicazione e promozione. Sono le tre figure professionali ricercate dal Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato. Una ricerca che si iscrive nella nuova mission del Museo, inaugurato nel 1988 e in attesa della nuova ala realizzata dall’architetto Maurice Nio, che lo doterà di ulteriori spazi dedicati alle collezioni e alle mostre temporanee. I nuovi obiettivi del Centro saranno quelli di creare una forte relazione con il territorio e, per ottenerli, cercherà di riavvicinare l’arte alla società, di toccare temi e aspetti che siano sentiti da una larga fetta di persone, puntando a riscoprire nell’arte uno dei motori dell’esistenza umana.
Per riuscire nell’intento il Pecci di Prato ha indetto una selezione pubblica, per curriculum, per l’affidamento di incarichi di lavoro autonomo, o di collaborazione a progetto, ai ruoli di: assistente di direzione, in qualità di supporto all’attività specifica del direttore; registrar, responsabile dei prestiti e della movimentazione delle opere d’arte; responsabile della comunicazione e promozione, una figura in grado di sovrintendere e coordinare la comunicazione e la promozione delle attività espositive e culturali e dello sviluppo dei servizi al pubblico. I professionisti sono invitati a presentare via email ([email protected]) il proprio curriculum e la propria candidatura, con lettera di motivazione, entro il 5 ottobre 2014.

http://www.centropecci.it/