Diario d’artista. Il racconto in progress per immagini della residenza di Gianni Politi all’Istituto Italiano di Cultura di Praga. La mostra finale

“Il senso di questa esperienza a Praga doveva essere un confronto, certamente azzardato ma sicuramente stimolante, fra la pittura contemporanea di un artista nato nell’86 e le cinquecentesche pitture giocate sui toni del grigio e del bianco come fossero sculture dipinte realizzate nella Cappella dell’Istituto da una serie di maestranze comacine guidate da Pietro Scotti”. […]

Il senso di questa esperienza a Praga doveva essere un confronto, certamente azzardato ma sicuramente stimolante, fra la pittura contemporanea di un artista nato nell’86 e le cinquecentesche pitture giocate sui toni del grigio e del bianco come fossero sculture dipinte realizzate nella Cappella dell’Istituto da una serie di maestranze comacine guidate da Pietro Scotti”. Con queste parole la curatrice Paola Ugolini ricorda i presupposti del progetto dal titolo giovane pittore romano, nato da una residenza d’artista di Gianni Politi all’Istituto Italiano di Cultura di Praga. Il quarto appuntamento di Anteprima, programma di scambi culturali e artistici ideato dall’associazione culturale AlbumArte di Cristina Cobianchi. Noi l’abbiamo seguito con reportage fotografici nel corso delle settimane: ora è giunto a conclusione con la mostra allestita nel cortile esterno della Cappella Barocca dell’IIC, ecco tutte le immagini nella fotogallery…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • luca sul verdino

    Ma Politi vi ha pagato? Bastaaaa

  • Mi piace ma non vedo opere scaligere di Roberto Scala.