Art Digest: zio Adolfo, un esempio di responsabilità. Jeffrey, 4mila metri quadrati o niente. Vincent, una vita da Broadway

Si chiamerà Casa della Responsabilità. Ci credereste che questo è il nome scelto dalla città natale di Adolf Hitler, Braunau am Inn, in Austria, per il futuro museo dedicato al Fuhrer? (lefigaro.fr) “Voglio trovare un spazio di almeno 4mila metri quadrati, è difficile, ma sono molto paziente”. Jeffrey Deitch racconta gli sviluppi delle sue ricerche […]

Jeffrey Deitch

Si chiamerà Casa della Responsabilità. Ci credereste che questo è il nome scelto dalla città natale di Adolf Hitler, Braunau am Inn, in Austria, per il futuro museo dedicato al Fuhrer? (lefigaro.fr)

Voglio trovare un spazio di almeno 4mila metri quadrati, è difficile, ma sono molto paziente”. Jeffrey Deitch racconta gli sviluppi delle sue ricerche per la sua nuova sede a New York… (artnews.com)

Cinque visitatori a settimana. Sono i pochi eletti ammessi al cospetto delle Grotte di Altamira, in Spagna. Ora l’esperimento della riapertura è stato prorogato fino al 2015: “l’impatto è risultato virtualmente impercettibile“… (elpais.com)

Ci sono stati musical ispirati alla vita di Toulouse Lautrec, a Picasso, persino a Rothko. Poteva il palcoscenico resistere a una figura come quella di van Gogh? Ad Amsterdam debutterà quindi “Vincent”… (telegraph.co.uk)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.