Argillà Faenza, l’Art Basel della ceramica. Immagini e video live dall’edizione 2014, con i plotter 3D all’opera come nuovi vasai cybernetici

Duecento espositori provenienti da oltre 20 nazioni, in totale il 60-70% stranieri, e un ricco calendario di eventi culturali con mostre, workshop e performance. Per tre giorni tutto il mondo che ruota attorno alla creatività legata alla ceramica si da appuntamento a Faenza per Argillà Italia: un evento che negli anni ha guadagnato prestigio internazionale, […]

Duecento espositori provenienti da oltre 20 nazioni, in totale il 60-70% stranieri, e un ricco calendario di eventi culturali con mostre, workshop e performance. Per tre giorni tutto il mondo che ruota attorno alla creatività legata alla ceramica si da appuntamento a Faenza per Argillà Italia: un evento che negli anni ha guadagnato prestigio internazionale, riaffermando la cittadina romagnola come una delle capitali globali della ceramica d’arte.

Migliaia i visitatori che si affollano fra gli stand della rassegna: per scoprire le novità nelle opere dei tanti artisti presenti, e per aggiornarsi – specie i professional – sugli ultimi ritrovati tecnici e tecnologici per questa antichissima espressione creativa. E proprio in tema di ritrovati tecnologici, lo stand probabilmente più gremito è quello della WASP, azienda di Massalombarda che mette all’opera, nella modellazione dei manufatti, una serie di plotter 3D. Alimentando le inevitabili discussioni sull’”autorialità”, che riportano alle speculazioni di Walter Benjamin. Li vedete nel video, assieme a un’ampia gallery fotografica da Faenza…

www.argilla-italia.it

 

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.