Venezia Updates: i mille volti di Dio, secondo nove registi. In Laguna arriva Words with Gods, compendio delle religioni in forma di racconti d’autore

Fuori Concorso, Venezia 71, un progetto singolare dal titolo Words with Gods che affronta il tema della religione secondo luoghi e culti differenti. Sono nove i registi coinvolti: Warwik Thorton, Mira Nair, Hideo Nakata, Amos Gitai, Alex de la Iglesia, Emir Kusturica, Bahman Gobadi, Guillermo Arriaga, ognuno con una fede diversa, a raccontare il proprio […]

Words with Gods

Fuori Concorso, Venezia 71, un progetto singolare dal titolo Words with Gods che affronta il tema della religione secondo luoghi e culti differenti. Sono nove i registi coinvolti: Warwik Thorton, Mira Nair, Hideo Nakata, Amos Gitai, Alex de la Iglesia, Emir Kusturica, Bahman Gobadi, Guillermo Arriaga, ognuno con una fede diversa, a raccontare il proprio rapporto col sacro e la tradizione. Si va dall’animismo aborigeno allo sciamanesimo umbanda brasiliano. Si passa per un episodio giocoso dedicato all’induismo, per arrivare all’enumerazione delle sofferenze da superare nel buddismo. Il capitolo dell’ebraismo lega il presente politico ad un passato mitico. Mentre quello del cattolicesimo sfocia nel cinismo. Il sacrificio è al centro del cristianesimo ortodosso. L’islamismo è l’episodio più divertente, mantenendo sia solida struttura narrativa che ispirazione poetica.
Conclude il ciclo il film dedicato all’ateismo che si chiude con un esito inatteso e quasi biblico a fare da contrappunto. Con le animazioni di Maribel Martinez e la colonna sonora di Peter Gabriel, i nove racconti rappresentano un catalogo delle umanità possibili e dell’approccio di ognuna con la fede e la tradizione. I produttori di Words with Gods pensano al film come a un mezzo efficace per sviluppare una discussione sul pluralismo religioso anche tramite una campagna che si svolgerà durante l’intero anno.

– Federica Polidoro

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.
  • Mandarel

    Una sezione di tutto rispetto quest’anno a Venezia… molto buone le scelte fatte.