Musei a caccia di visibilità in Europa. Ci pensa il Premio Luigi Micheletti di Brescia, possono partecipare musei scientifici, tecnici e industriali

L’anno scorso i finalisti erano il Museo della Tecnica di Praga, con le sue tredici esposizioni permanenti; il Kaap Skil di Texel, in cui l’affascinante storia di un’isola olandese è raccontata anche attraverso gli oggetti portati dal mare e raccolti dagli abitanti; e infine il Muse – Museo delle Scienze di Trento, vincitore dell’edizione 2014. […]

La Fondazione Micheletti di Brescia

L’anno scorso i finalisti erano il Museo della Tecnica di Praga, con le sue tredici esposizioni permanenti; il Kaap Skil di Texel, in cui l’affascinante storia di un’isola olandese è raccontata anche attraverso gli oggetti portati dal mare e raccolti dagli abitanti; e infine il Muse – Museo delle Scienze di Trento, vincitore dell’edizione 2014. Stiamo parlando del Luigi Micheletti Award, il prestigioso premio europeo rivolto ai musei di storia contemporanea, industria e scienza per offrirgli un’opportunità di visibilità e di networking. Questo Premio è stato istituito nel 1996 dalla Fondazione Micheletti di Brescia, centro di ricerca e documentazione sulla storia moderna e contemporanea italiana, e dal grande esperto di archeologia industriale e museologia Kenneth Hudson, per il riconoscimento delle eccellenze nel settore specifico della scienza e dell’industria, nell’ambito museale europeo. Oggi il Premio è aperto anche ai musei di storia del XX secolo (storia sociale, politica, militare) per riflettere la portata più ampia delle attività della Fondazione Micheletti, ed è gestito congiuntamente dalla Fondazione e da European Museum Academy, un’organizzazione no-profit dedicata alla promozione della museografia e museologia internazionali. La Cerimonia del prossimo anno sarà l’8-9 maggio 2015 nella città di Brescia e sarà anche un’occasione per celebrare il ventesimo anniversario del Micheletti Award. Il termine ultimo per la domanda è il 15 Settembre 2014.

– Claudia Giraud

http://www.luigimichelettiaward.eu/application/

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).