Lo Strillone: la protesta degli esercenti di Piazza Navona accusati di abusivismo su La Repubblica. E poi degrado in Piazza dei Miracoli, Expo…

La Repubblica dedica una pagina al deserto di Piazza Navona, con bar e ristoranti chiusi per protesta contro la decisione da parte del Comune di far rimuovere i tavolini che occupano impropriamente una delle piazze simbolo di Roma. Prosegue intanto il tour di Libero tra i nuovi barbari che assaltano il bel paese: ecco come […]

Quotidiani
Quotidiani

La Repubblica dedica una pagina al deserto di Piazza Navona, con bar e ristoranti chiusi per protesta contro la decisione da parte del Comune di far rimuovere i tavolini che occupano impropriamente una delle piazze simbolo di Roma. Prosegue intanto il tour di Libero tra i nuovi barbari che assaltano il bel paese: ecco come i turisti deturpano con i loro bivacchi piazza dei Miracoli a Pisa.

I vertici Expo a palazzo Chigi per dare conto dello stato dei lavori, su Il Sole 24Ore sostengono proceda tutto secondo i piani. Pescara non è più “città dannunziana”: la nuova giunta PD della città rimuove la dicitura dallo stemma del Comune, per le proteste di Giordano Bruno Guerri su Il Giornale.

Quando la satira fa bene! Su Corriere della Sera Aldo Grasso spezza una lancia in favore di Voyager: chissà quanto hanno influito dli sfottò di Maurizio Crozza nel trasformare il programma da accozzaglia complottista a vero format di divulgazione popolare… Con buona pace della famiglia Angela.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.