Lo Strillone: a Parigi e su Corriere della Sera le mostre le curano i computer. E poi arte al metro a Scicli…

Curatori addio! Corriere della Sera presenta la mostra che alla Maison Rouge di Parigi è stata allestita interamente da un computer: che ha deciso in autonomia le opere e la loro collocazione. Dopo la pizza arriva pure l’arte al metro: succede a Scicli, ci dice Libero, per l’evento che vede i collezionisti decidere dove “tagliare” […]

Quotidiani
Quotidiani

Curatori addio! Corriere della Sera presenta la mostra che alla Maison Rouge di Parigi è stata allestita interamente da un computer: che ha deciso in autonomia le opere e la loro collocazione. Dopo la pizza arriva pure l’arte al metro: succede a Scicli, ci dice Libero, per l’evento che vede i collezionisti decidere dove “tagliare” l’opera per pagarla così in base alle disponibilità.

Su La Stampa il fenomeno Notte della Taranta: tra musica, turismo e marketing territoriale. Vittorio Sgarbi ci racconta su Sette della pittura di Alessandro Maganza, raffinato maestro del secondo Cinquecento veneto

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.