Due italiani ad Amsterdam con un libro d’artista. È “La bugia” di Luigi Cerutti, racconto accompagnato dalle fotografie di Luciano Bobba

Nell’inverno del 2012 Luigi Cerutti (Torino, 1986; vive a Milano) ha scritto un racconto: La bugia. Senza l’idea di trasformarlo in una mostra, ma solo con il desiderio di narrare la storia di un’eredità tramandata di generazione in generazione all’interno di una famiglia, che carica una statuetta di porcellana di un valore non solo economico ma anche simbolico. […]

Luigi Cerutti e Luciano Bobba, La bugia, veduta della mostra presso Red Stampa Art Gallery, Amsterdam 2014

Nell’inverno del 2012 Luigi Cerutti (Torino, 1986; vive a Milano) ha scritto un racconto: La bugia. Senza l’idea di trasformarlo in una mostra, ma solo con il desiderio di narrare la storia di un’eredità tramandata di generazione in generazione all’interno di una famiglia, che carica una statuetta di porcellana di un valore non solo economico ma anche simbolico.
Le parole sono state rilette, sostituite, poi condivise con Luciano Bobba (Casale Monferrato, 1957; vive tra Milano e Casale Monferrato) che ha avuto l’intuizione di tradurre in immagini il racconto. Il risultato sono un libro d’artista, a doppia firma, e nove fotografie, anzi nove sovrapposizioni di immagini, scattate con l’iPhone, mezzo espressivo che Bobba utilizza dal 2011, che non risultano però la riproduzione fedele del testo, rappresentando semmai  un’interpretazione condizionata dalla tecnica scelta e dalla personalità dell’autore.
Ecco perché, come sostiene Luigi Cerutti, La bugia “non è un progetto a quattro mani, bensì un progetto a due mani due volte”. Finito ad Amsterdam, esposto negli spazi della Red Stamp Gallery.

– Marta Cereda

www.redstampartgallery.com

 

CONDIVIDI
Marta Cereda
Marta Cereda (Busto Arsizio, 1986) è critica d’arte e curatrice. Dopo aver approfondito la gestione reticolare internazionale di musei regionali tra Stati Uniti e Francia, ha collaborato con musei, case d’asta e associazioni culturali milanesi. Dal 2011 scrive per Artribune.