Prima edizione  per la Biennale d’Arte Contemporanea di Margherita di Savoia. Ventotto artisti mettono a confronto tradizione e linguaggi contemporanei

Fra il Torrione del 1500 e il Palazzo di Cultura di Margherita di Savoia , in provincia di Barletta-Andria-Trani, si svolge la prima biennale locale votata all’arte contemporanea. Scultura, pittura e fotografia, insieme per fare il punto su bellezza e tradizione, nel comune che vanta le più grandi saline d’Europa. Una inaugurazione, per presenze artistiche, […]

Biennale di Arte Contemporanea. Margherita di Savoia - Giuseppe Sylos Labini

Fra il Torrione del 1500 e il Palazzo di Cultura di Margherita di Savoia , in provincia di Barletta-Andria-Trani, si svolge la prima biennale locale votata all’arte contemporanea. Scultura, pittura e fotografia, insieme per fare il punto su bellezza e tradizione, nel comune che vanta le più grandi saline d’Europa. Una inaugurazione, per presenze artistiche, molto vicina ad un viaggio nella geografia pugliese e nella cultura mediterranea, spostandosi da Polignano Molfetta, da Altamura ad Adelfia, da Taranto, Trani, Ceglie Messapica fino a Lesina e Gioia del Colle: luoghi con forti background culturali e con radici antichissime, che oggi  questa nuova manifestazione prova a commentare con filtro dalla contemporaneità. Il progetto espositivo è curato da Cosimo Antonino Strazzeri, preside dell’Istituto di Istruzione superiore “Scipione Staffa” –  in cui sono riniti riunisce più di quattro licei e altre scuole professionali – su un’idea di Rosella Russo e con il sostegno del Comune edell’associazione Mente Contemporanea.
Opening  affollato, che ha attirato anche tantissimi giovani e studenti: tra province che hanno poche occasioni di confronto con i linguaggi del contemporaneo, un’occasione significativa per assistere a una lezione atipica sul tema della bellezza e sul rapporto con una quotidianità fatta di storia, tradizione, sapere. Un po’ di foto dal giorno dell’apertura.

Jasmine Pignatelli

La bellezza e le radici / Biennale di Arte Contemporanea  B.A.C.”
a cura di Cosimo Antonino Strazzeri
fino al 20 agosto 2014
Torre delle Saline e  Palazzo della  Cultura  -Margherita di Savoia (BAT)
Artisti: Iginio Iurilli, Vito Maiullari, Christian Loretti, Paolo De Sario, Claudia Giannuli, Antonio Di Rosa, Michele Giangrande, Giampiero Milella, Domenico Ucciobiondi, Giuseppe Sylos Labini, Dario Agrimi, Massimo Ruiu, Giulio De Mitri, Claudio Cusatelli, Irene Petrafesa, Nicola Maria Martino, Domenico Ventura, Roberto Mirol, Giovanni Gasparro, Rossella Russo, Paolo Lunanova, Luigi Filograno, Domenico Lasala, Danilo De Mitri, Mimmo Attademo, Gianni Zanni, Alessandro Cirillo, Giuseppe Beltotto e Antonio Delli Carri

 

CONDIVIDI
Jasmine Pignatelli
Nata in Canada nel 1968, vive a Bari e Roma. È impegnata in un personale e convinto percorso artistico nella scultura con particolare vocazione alla ceramica, con all’attivo diverse mostre collettive e personali. Al lavoro di artista affianca quello di art player come promotrice di eventi e mostre. Dopo il liceo artistico e la laurea in Architettura al Politecnico di Milano, si avvicina all’arte contemporanea con un approccio storico-critico. Collabora per diversi anni con numerose gallerie d’arte e riviste del settore e si impone come autrice di saggi critici ottenendo nel 2007 l’iscrizione all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti.
  • Ezio

    Non mi piace l’arte moderna, perché di solito propone lavori pessimi spacciati per opere d’arte dove il brutto é imposto per interessante se non addirittura per bello da critici prezzolati che non sanno neanche da che parte son girati, ma qui osservo opere di notevole spessore. Complimenti