Osvaldo Licini e la giovane arte. Immagini dalla mostra che ad Ascoli Piceno mette in dialogo il maestro con un gruppo di creativi internazionali, da Michael Bevilacqua a Gian Maria Tosatti

Scatti dall’inaugurazione di Amalassunta Collaudi. Dieci artisti e Licini, quarto appuntamento del “tour dell’arte”, sotto il brand di Arte in Centro, che coinvolge sette centri tra Marche e Abruzzo. La mostra, promossa dalla Associazione ArteContemporaneaPicena e curata da Christian Caliandro presso la Galleria d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini di Ascoli Piceno, ha coinvolto dieci artisti contemporanei […]

Scatti dall’inaugurazione di Amalassunta Collaudi. Dieci artisti e Licini, quarto appuntamento del “tour dell’arte”, sotto il brand di Arte in Centro, che coinvolge sette centri tra Marche e Abruzzo. La mostra, promossa dalla Associazione ArteContemporaneaPicena e curata da Christian Caliandro presso la Galleria d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini di Ascoli Piceno, ha coinvolto dieci artisti contemporanei internazionali in un originale e serrato confronto-dialogo con le opere del maestro di Monte Vidon Corrado. I collaudi del titolo hanno “chiamato in causa” Paola Angelini, Michael Bevilacqua, Carl D’Alvia, Patte Loper, Christian Schwarzwald, Marco Strappato, Cristiano Tassinari, Giuseppe Teofilo, Eugenio Tibaldi e Gian Maria Tosatti.
Ma ad essere testata sul presente è stata anche l’opera di Licini e la sua attualità. L’oggetto della mostra – visitabile fino al 28 settembre – è un sistema di relazioni tra le opere di autori giovani e midcareer, provenienti da Italia, Austria e Stati Uniti, – ha commentato il curatore – accomunati da una spiccata sensibilità per le possibilità espressive del segno e la capacità di una figura artistica pioneristica di costruire un proprio universo figurativo e una mitologia personale. Tra l’altro in aperta opposizione al conformismo retorico della propria epoca. E questo è il più grande esempio per gli artisti contemporanei.