Nell’Olimpo dei grandi artisti. “Pompei”, grande dipinto di Luca Pignatelli, entra nella collezione permanente del Museo di Capodimonte: ecco le immagini

Andrà a far compagnia a opere di alcuni fra i più significativi artisti internazionali, da Alberto Burri ad Anselm Kiefer, Mimmo Paladino, Jannis Kounellis, Sol LeWitt, Andy Warhol, solo per citarne alcuni. Di cosa si parla? Di Pompei, grande opera di Luca Pignatelli del 2014, forse il dipinto cardine della mostra a cura di Achille […]

Pompei, di Luca Pignatelli, installata al Museo di Capodimonte di Napoli (foto Amedeo Benestante)
Pompei, di Luca Pignatelli, installata al Museo di Capodimonte di Napoli (foto Amedeo Benestante)

Andrà a far compagnia a opere di alcuni fra i più significativi artisti internazionali, da Alberto Burri ad Anselm Kiefer, Mimmo Paladino, Jannis Kounellis, Sol LeWitt, Andy Warhol, solo per citarne alcuni. Di cosa si parla? Di Pompei, grande opera di Luca Pignatelli del 2014, forse il dipinto cardine della mostra a cura di Achille Bonito Oliva che l’artista milanese ha allestito a Napoli al Museo di Capodimonte, conclusasi con successo nei giorni scorsi. E proprio a chiusura dell’esposizione, l’annuncio: la grande opera, 400 x 670 cm., resta in dono alla collezione permanente del museo partenopeo, un ulteriore riconoscimento per l’artista ed un simbolo a ricordo dell’importante esposizione. Tanto che è già stata collocata in posizione di rilievo nel percorso di Capodimonte: lo potete vedere nelle primissime immagini, nella fotogallery…

www.polomusealenapoli.beniculturali.it

 

 

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.