Musica, teatro, performance, fumetti. Torna il grande happening di Textures, ad Airola. Esplosione di creatività, per una tre giorni non stop

Quarta edizione per “Textures”, rassegna promossa dall’omonima associazione non profit, in programma dal 18 al 20 Luglio ad Airola, in provincia di Benevento, nel suggestivo Chiostro del Palazzo Montevergine. Nata come esposizione d’arte visiva, la manifestazione si riempie dei contenuti più disparati abbracciando musica, letteratura, teatro e arti performative. Se l’edizione 2013 ha registrato l’importante […]

Luigi Serafini, Codex Seraphinianus

Quarta edizione per “Textures”, rassegna promossa dall’omonima associazione non profit, in programma dal 18 al 20 Luglio ad Airola, in provincia di Benevento, nel suggestivo Chiostro del Palazzo Montevergine. Nata come esposizione d’arte visiva, la manifestazione si riempie dei contenuti più disparati abbracciando musica, letteratura, teatro e arti performative. Se l’edizione 2013 ha registrato l’importante collaborazione di Perino&Vele e la presenza del fotografo Antonio Biasiucci, quest’anno “Textures” ospita le ribollenti metamorfosi del “Codex Seraphinianus”, progetto editoriale d’artista firmatoda Luigi Serafini, atteso per la serata conclusiva. Presenti anche gli artisti Silvia Giambrone, Marco Rossetti, Paolo Puddu, Luisa De Donato e Neal Peruffo.

Skeleton Monster
Skeleton Monster

Tocca invece a due autori campani, Germano Massenzio e Lucilla Stellato, sviscerare il linguaggio della “letteratura disegnata”, accompagnati da giovani fumettisti chiamati a esibirsi in un live drawing. A seguire un intervento del collettivo romano Skeleton Monster, composto dai sei disegnatori Antonio Fuso, Emilio Lecce, Stefano Simeone, Giorgio Pontrelli, Werther Dell’Edera e Daniele “Gud” Bonomo, che hanno deciso di convogliare i propri talenti in ambito performativo: il lavoro solitario e nascosto del disegnatore si tramuta in un evento spettacolare, grazie alla realizzazione live di un pannello 3×2, con un’enorme illustrazione ispirata dalla musica e dallo spettacolo teatrale “Luci della città. Stefano Cucchi”, progetto di Pino Carbone e Francesca De Nicolais, ospitato contestualmente sul palco di “Textures”.
Altra importante novità di questa edizione è la collaborazione con Labus – Laboratorio Uscita di Sicurezza di Benevento, presente con una video performance. A chiudere le serate una spruzzata di dream pop ed elettronica con i Be Forest, gruppo rivelatosi in questi ultimi anni una promettente realtà della scena musicale italiana. Sabato 19 luglio è di scena l’etichetta romana White Forest Records con Capibara, 12 Inch Plastic Toys e Dropp.

www.texturescollettiva.it