L’estate ritarda, e Londra continua a mietere successi nelle aste. Diecine di record nelle vendite di Old Master: con gli italiani al top, da Guardi a Botticelli

Non si ferma la febbre dell’arte a Londra, che continua a registrare risultati al rialzo anche nel comparto dei capolavori antichi, con le aste tenutesi nei giorni scorsi. A partire dal Christie’s, con una evening sale di Old Master & British Paintings che ha totalizzato £44,9 milioni: con un top lot italiano, Venezia, Bacino di […]

Lo Studio per San Giuseppe Seduto, di Sandro Botticelli

Non si ferma la febbre dell’arte a Londra, che continua a registrare risultati al rialzo anche nel comparto dei capolavori antichi, con le aste tenutesi nei giorni scorsi. A partire dal Christie’s, con una evening sale di Old Master & British Paintings che ha totalizzato £44,9 milioni: con un top lot italiano, Venezia, Bacino di San Marco con Piazzetta e Palazzo del Doge di Francesco Guardi, proveniente dalla collezione del Barone Henri de Rothschild, battuto a 9,8 milioni milioni di sterline, ovvero il secondo prezzo più alto per l’artista in asta. Pioggia di record che ha coinvolto maestri come Matthias Stomer, Luca Giordano e Sir Henry Raeburn tra i tanti. Importante risultato anche per Pieter Brueghel il Giovane con Strada al Calvario, che ha registrato il secondo prezzo più alto per l’artista arrivando a £5,5 milioni. Santa Prassede di Johannes Vermeer del 1655, una delle rarissime opere dell’artista rimaste in mano privata, ha trovato un compratore a £6,2 milioni, anch’esso segnando il suo secondo top price. Tra i capolavori della pittura napoletana del XVII secolo, l’Annunciazione ai pastori del Maestro dell’Annunciazione ai pastori (attivo a Napoli, prima metà del 17 ° secolo), che ha segnato un nuovo prezzo record per l’artista in asta a £2.4 milioni.
La sera seguente Sotheby’s ha raggiunto il suo totale più alto per un’asta di Dipinti Antichi con £68.3 milioni. Top lot per George Stubbs con Tigers at Play, uno dei soggetti più popolari dell’artista, battuto a £7,6 milioni, realizzato nel 1770-75, proveniente da una collezione inglese. In totale 17 record d’artista tra cui quello per un disegnodi Sandro Botticelli, unico disegno dell’artista ad essere stato proposto in asta dal XIX secolo, Studio per San Giuseppe Seduto, venduto a  £1,3 milioni, proveniente dalla collezione di Barbara Piasecka Johnson che l’aveva pagato £52,710 nel 1988 da Sotheby’s New York. Tra gli altri record, Giovanni da Rimini, Jan Brueghel il Vecchio, Raffaellino Del Garbo, Bartolomeo Cavarozzi, Benedetto Gennari. Giovanni da Rimini ha raddoppiato la sua stima pre-asta con un dittico raffigurante gli episodi della vita della Vergine Maria e altri Santi, datato circa 1300, rimasto nella stessa collezione privata dal 1856 e passato di mano per £5.6 milioni.
Opere d’arte di questo livello consentono al mercato di esprimere tutta la propria potenzialità”, ha affermato Henry Wyndham, Presidente di Sotheby’s Europe. Mario Tavella, Vicepresidente di Sotheby’s Europa e responsabile dell’asta Treasures: “Questa edizione di Treasures ha registrato il risultato più alto nella storia di un’asta di Arti Decorative di Sotheby’s a Londra (€29.7M), esito che va posto direttamente in relazione con l’altissima qualità del catalogo d’asta prodotto”.

– Martina Gambillara