Lo Strillone: no alla “cultura karaoke” su La Repubblica. E poi Caravaggio secondo Sgarbi, censimento del liberty, arte contemporanea a Firenze…

Dilettanti allo sbaraglio, state attenti: la cultura è una cosa seria! La Repubblica approfondisce le tesi con cui Dubravka Ugresic demolisce nel suo ultimo saggio (Cultura karaoke)social network e simili, contro una democratizzazione dell’informazione che diventa livellamento verso il basso. Su La Stampa l’UNESCO parla di crimini contro l’umanità nel commentare la diaspora dei reperti […]

Quotidiani
Quotidiani

Dilettanti allo sbaraglio, state attenti: la cultura è una cosa seria! La Repubblica approfondisce le tesi con cui Dubravka Ugresic demolisce nel suo ultimo saggio (Cultura karaoke)social network e simili, contro una democratizzazione dell’informazione che diventa livellamento verso il basso. Su La Stampa l’UNESCO parla di crimini contro l’umanità nel commentare la diaspora dei reperti trafugati dai musei dell’Iraq.

Caravaggio? Un fotografo ante litteram: così Vittorio Sgarbi, che dedica al Merisi la sua nuova fatica editoriale, con anticipazione su Il Giornale; in libreria anche Libero per il censimento con cui Andrea Speziali raccoglie tutte le testimonianze del liberty. Come cambia il rapporto tra design e impresa? Ne parla Alberto Alessi, rampollo della famiglia che ha ideato uno dei brand più forti del made in Italy, in una lunga intervista su Il Sole 24Ore.

Presentata a Milano la nuova stagione della Scala di Milano: L’Unità sottolinea la liaison con Expo 2015, con il teatro che in occasione della rassegna resterà aperto e attivo per la prima volta aperto anche da maggio a settembre. Non solo Rinascimento a Firenze in occasione di Pitti Uomo: Corriere della Sera propone itinerari d’arte in città, tra Bill Viola e Canova.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.