Flash da una passerella. Ecco i capi che hanno sfilato al Madre, disegnati dagli studenti dell’Isis D’Este di Napoli. Da un’idea dell’artista Monica Biancardi

In passerella trenta capi, disegnati dagli studenti del corso Moda dell’Isis D’Este-Caracciolo, storico istituto partenopeo diretto da Giovanna Scala. Sullo sfondo l’idea di trasformazione, di multifunzionalità, di versatilità: fare di un oggetto altri cento oggetti possibili, progettandolo come se fosse un incastro di pattern e di livelli, aperto a identità diverse e potenziali. Un abito come un […]

Metamorfosi - Madre, Napoli

In passerella trenta capi, disegnati dagli studenti del corso Moda dell’Isis D’Este-Caracciolo, storico istituto partenopeo diretto da Giovanna Scala. Sullo sfondo l’idea di trasformazione, di multifunzionalità, di versatilità: fare di un oggetto altri cento oggetti possibili, progettandolo come se fosse un incastro di pattern e di livelli, aperto a identità diverse e potenziali. Un abito come un gioco di “Metamorfosi”:  era questo il titolo dell’evento presentato al Madre di Napoli, lo scorso 28 maggio, nato da una collaborazione con l’Isis, su progetto dell’artista Monica Biancardi, docente di disegno e storia del costume. In una tarda mattinata museale  insolitamente fashion, il pubblico si è gustato una collezione primavera-estate dall’anima giocosa, tra lucentezze di raso o taffetà, drappeggi, sbuffi, tagli arditi e ampi colli ad anello, colori decisi e qualche tocco pastello. Il tutto da comporre, montare e smontare, sposando massima creatività e buona vestibilità. All’evento hanno collaborato anche gli studenti del corso di Grafica, che hanno curato la comunicazione, quelli del corso Turistico, incaricati di seguire l’accoglienza, e infine quelli dell’Alberghiero, sbizzarritisi con dei cocktails cangianti, ottenuti mixando sciroppi colorati.

Metamorfosi - Madre, Napoli
Metamorfosi – Madre, Napoli

E mentre vi facciamo un breve report dal catwalk, con una gallery di fotografie, segnaliamo anche un paio di iniziative fissate dal Madre, per il prossimo 2 giugno. La Festa della Repubblica, per i napoletani appassionati d’arte, si trascorre al museo: ingresso gratuito, come tutti i lunedì, in mattinata laboratori didattici per i più piccoli e alle 17 una visita guidata alla personale di Ettore Spalletti, condotta dal Direttore, Andrea Viliani.  Un’occasione speciale, per approfondire ed ascoltare segreti, racconti, riflessioni critiche intorno a questo triplice progetto espositivo, dal titolo “Un giorno così bianco, così bianco”, dedicato al grande artista abruzzese e prodotto insieme al MAXXI di Roma e dalla GAM di Torino.

– Helga Marsala

www.madrenapoli.it

 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.