Basel Updates: a scuola di gallerista. Si presenta a Liste l’innovativo Gallerist Programme, promosso dal centro olandese de Appel e da The Gallery Fair

Parla un po’ italiano uno dei progetti più originali visti in questi giorni di fair week svizzera: si chiama Gallerist Programme, viene presentato nell’ambito di Liste ed è il primo programma di sviluppo professionale per una giovane generazione di galleristi, organizzato dal centro artistico olandese de Appel – diretto da Lorenzo Benedetti, ecco l’aggancio all’Italia […]

Lorenzo Benedetti nello stand di Gallerist Programme (foto Kirsten de Graaf)

Parla un po’ italiano uno dei progetti più originali visti in questi giorni di fair week svizzera: si chiama Gallerist Programme, viene presentato nell’ambito di Liste ed è il primo programma di sviluppo professionale per una giovane generazione di galleristi, organizzato dal centro artistico olandese de Appel – diretto da Lorenzo Benedetti, ecco l’aggancio all’Italia – e da The Gallery Fair (gb agency, Parigi; Hollybush Gardens, Londra, Jan Mot, Bruxelles e Raster, Varsavia).
Negli ultimi nove mesi sei giovani professionisti dell’arte hanno partecipato a cinque intensive settimane di workshop, in diversi contesti del mercato dell’arte mondiale: da Amsterdam a Berlino, Londra, New York, Parigi, San Paolo e Varsavia, con incontri con collezionisti, artisti e galleristi e laboratori pratici sul mercato dell’arte. A Basilea vengono presentati risultati finali prodotti dai partecipanti, che sono Mia Laska, Alexander Mayhew, Aurelia Nowak, Maria Fidel Regueros, Diana Rodríguez e l’italiano Damiano Femfert. Nella gallery, alcune immagini dell’eclettico stand…

www.deappel.nl

 

 

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.