Vino e architettura si incontrano nel luoghi del Chianti. Seconda edizione del Premio internazionale di progettazione Spazio diVino

Spazio diVino è il bando che vuole promuovere e valorizzare la cultura e le tradizione dell’area del Chianti, attraverso la progettazione dei punti di presentazione della produzione vinicola. I promotori sono Consorzio Vino Chianti e Gambero Rosso. Progettare un percorso lungo le strade e le colline del Chianti, dove si produce l’omonimo e storico vino, […]

Spazio diVino è il bando che vuole promuovere e valorizzare la cultura e le tradizione dell’area del Chianti, attraverso la progettazione dei punti di presentazione della produzione vinicola. I promotori sono Consorzio Vino Chianti e Gambero Rosso. Progettare un percorso lungo le strade e le colline del Chianti, dove si produce l’omonimo e storico vino, individuando e qualificando punti significativi di sosta, anche attraverso il contributo di un’opera d’arte, come momenti d’incontro e scambio fra viaggiatori e natura. È la sfida proposta dal Premio internazionale di progettazione Spazio diVino ad architetti, ingegneri, artisti e designer per favorire l’incontro fra la cultura del vino e quella dell’architettura.
Alla sua seconda edizione, il concorso bandito da Consorzio Vino Chianti e Gambero Rosso, nell’ambito di Cattedrali del vino, organizzato dall’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, con media partner Artribune, avrà per oggetto tre temi: elementi di sosta/belvedere, aperto alla partecipazione di architetti ed ingegneri in collaborazione con un artista; la progettazione di un Chianti Store, aperto alla partecipazione di architetti ed ingegneri, inteso come progetto di interior design per locali che identifichino il Consorzio Vino Chianti in Italia e all’estero; componenti d’arredo, aperto a giovani architetti (under 35) e designer, per l’ideazione di un design riconoscibile per i punti di degustazione all’interno delle 2500 cantine consorziate. Il progetto vincitore potrà essere realizzato a livello industriale e commercializzato dal Consorzio Vino Chianti per i propri associati. Elementi qualificanti per la valutazione saranno le soluzioni innovative, l’ecocompatibilità e la qualità degli interventi; l’espressività Iinguistica del dialogo tra la cultura del vino e quella architettonica; il confronto con Ie componenti paesistiche del territorio (valorizzazione della preesistenza, recupero di elementi culturali tradizionali).
I lavori della Giuria, composta da professionisti, giornalisti ed esperti del settore anche in ambito internazionale, si concluderanno con una graduatoria di merito per ciascuna delle sezioni in cui è articolato il Premio, e con l’individuazione del progettista/gruppo primo classificato al quale sarà riconosciuto un premio consistente in una selezione di vini pregiati di aziende appartenenti al consorzio. Saranno attribuite, inoltre, speciali menzioni alle opere ritenute più significative dalla Commissione giudicatrice. A tutti i menzionati sarà offerto un soggiorno per due presso una delle aziende consorziate. Tutti i progetti partecipanti verranno esposti in una mostra alla Biennale di Architettura di Venezia, edizione 2014. La scadenza per iscriversi al bando è fissata al 24 giugno 2014.

– Claudia Giraud

ordine.architettiroma.it/notizie/15898.aspx