Una Gioconda tra Dada e Pop: collezioni ispirate ai grandi dell’arte per Lucifero Illuminazione, che lancia la linea delle lampade d’autore

Monna Lisa si fa fare il make-up da Duchamp (senza baffetti, però!) e indossa una mise presa dall’armadio di Depero; andando a braccetto di dame che verranno pure dalle Fiandre del Cinquecento, ma sanno già cos’è Bauhaus. Modelle in cornice per Lucifero Illuminazione, che lancia la serie Upset Design: giocose commistioni pop per una linea […]

Le lampade della serie Upset Design

Monna Lisa si fa fare il make-up da Duchamp (senza baffetti, però!) e indossa una mise presa dall’armadio di Depero; andando a braccetto di dame che verranno pure dalle Fiandre del Cinquecento, ma sanno già cos’è Bauhaus. Modelle in cornice per Lucifero Illuminazione, che lancia la serie Upset Design: giocose commistioni pop per una linea di lampade e punti luce a parete che gioca a mescolare riferimenti che arrivano da secoli di storia dell’Arte. L’eroina assoluta non poteva essere altri se non la Gioconda, ma il panorama è quanto mai ampio e va a pescare i propri riferimenti della tradizione della pittura fiamminga, nelle avanguardie storiche, nelle figure più rappresentative del Novecento: giocando a filtrare Surrealismo e Dada, Futurismo e astrazioni alla Mondrian.
L’atelier ricavato in un vecchio mulino sul lungo Dora a Rivoli, i contatti con figure di riferimento per il mondo dell’arte come Michelangelo Pistoletto e Achille Bonito Oliva: Lucifero gioca con l’iconografia dell’angelo portatore di luce per illuminare – in senso tutt’altro che figurato! – con schegge d’arte il mondo del design del prodotto.