Lo Strillone: Uffizi e Colosseo chiusi il Primo Maggio, polemica su Quotidiano Nazionale. E poi fratture al David, fotografia a Reggio Emilia…

Il poveraccio che ha un lavoro quando può andare per musei e siti archeologici? Nei giorni di festa, ovviamente: ma li trova chiusi! Si rinnova su Quotidiano Nazionale l’annosa polemica legata alle aperture straordinarie dei luoghi di cultura italiani: tra le tante deroghe (con accessi peraltro gratuiti) mancano, ovviamente, le mete più appetite, ovvero Uffizi […]

Quotidiani
Quotidiani

Il poveraccio che ha un lavoro quando può andare per musei e siti archeologici? Nei giorni di festa, ovviamente: ma li trova chiusi! Si rinnova su Quotidiano Nazionale l’annosa polemica legata alle aperture straordinarie dei luoghi di cultura italiani: tra le tante deroghe (con accessi peraltro gratuiti) mancano, ovviamente, le mete più appetite, ovvero Uffizi e Colosseo.

Firenze tiene banco: Avvenire giubila per il restauro che sta per riconsegnare il Crocefisso di Cimabue alla Basilica di Santa Croce; altro umore quello di Libero e de Il Giornale, che denunciano nuove microfratture alle gambe del David di Michelangelo, su cui cominciano a pesare le ingiurie del tempo. La Stampa è invece a Reggio Emilia per i primi appuntamenti di Fotografia Europea: visita alla mostra sulla storia dello scatto, con capolavori – da Man Ray a Edward Weston – in arrivo da collezioni austriache.

Su Sette i nuovi progetti di John Rankin, il fotografo che piace ai reali inglesi; più popolare Il Venerdì, per la mostra romana che il cubano Alexis Leyva (alias Kcho) dedica al dramma dei barconi degli immigrati. L’Espresso annuncia Somos Libres alla Pinacoteca Agnelli

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.