Lo Strillone: architettura contro il consumo del territorio su La Repubblica. E poi Pasolini pittore, anniversario per Michelangelo, gli affreschi di Romanino…

Da Corvile a Scampia: l’architettura contemporanea contro spreco del suolo e mostruosità nell’ampio primo piano de La Repubblica, con tanto di commento di Cino Zucchi. Recupero d’altri tempi quello tentato da Adriano Olivetti a Matera: il suo impegno in favore dei Sassi, osteggiato dalla politica dell’epoca, su La Stampa. Sono quattro i progetti in gara […]

Quotidiani
Quotidiani

Da Corvile a Scampia: l’architettura contemporanea contro spreco del suolo e mostruosità nell’ampio primo piano de La Repubblica, con tanto di commento di Cino Zucchi. Recupero d’altri tempi quello tentato da Adriano Olivetti a Matera: il suo impegno in favore dei Sassi, osteggiato dalla politica dell’epoca, su La Stampa. Sono quattro i progetti in gara su Il Sole 24Ore per l’hub portuale che dovrebbe sgravare Venezia dal tormentato passaggio delle grandi navi.

Il Pasolini pittore in mostra a Roma e su Libero, una breve su L’Unità per la mostra che da oggi, ai Capitolini, celebra i 450 anni della morte di Michelangelo.

Anche la Lombardia, su Corriere della Sera, ha il suo Michelangelo: è il Romanino, autore dello straordinario ciclo di affreschi in Santa Maria della Neve a Pisogne. Si spende il paragone illustre con la Sistina nel saggio con cui Giovanni Reale celebra il pittore, facendosi accompagnare da un dvd griffato Elisabetta Sgarbi.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.