Lo Strillone: agevolazioni fiscali a chi investe in cultura, così Franceschini su La Repubblica. E poi Mitoraj a Pisa, librerie di design…

Un manager dietro la scrivania (e non un storico dell’arte), detrazioni fiscali per i privati che si fanno avanti che passano dall’attuale 19 al 65%: La Repubblica elenca i dettagli del decreto legge con cui il ministro Dario Franceschini prova a cambiare l’inerzia e modernizzare la gestione del patrimonio culturale. Partendo dalla Reggia di Caserta. […]

Quotidiani
Quotidiani

Un manager dietro la scrivania (e non un storico dell’arte), detrazioni fiscali per i privati che si fanno avanti che passano dall’attuale 19 al 65%: La Repubblica elenca i dettagli del decreto legge con cui il ministro Dario Franceschini prova a cambiare l’inerzia e modernizzare la gestione del patrimonio culturale. Partendo dalla Reggia di Caserta.

Come cambia il design delle librerie ai tempi degli e-book? La risposta nella pagina di stile de Il Sole 24Ore; una breve su Libero per gli Angeli di Igor Mitoraj in mostra a Pisa.

La fotografia? È “narrazione timida”: Claudio Magris discute su Corriere della Sera i temi dell’ultimo libro di Angelo Angelastro, viaggio compiuto insieme a Gianni Berengo Gardin lungo i sentieri dell’immagine. E per restare in libreria ecco arrivare, anche da via Solferino, l’immancabile recensione all’ultimo romanzo artsy di Donna Tartt. Si apre domani a Pistoia la serie di Dialoghi sull’uomo: La Stampa anticipa l’intervento con cui Alessandro Barbero evoca Federico II di Svevia.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.