Il calcio fotografato da Steve McCurry. Immagini in anteprima dalla mostra Power of 10, a Torino: un’idea di Alessandro Del Piero presentata nel suo spazio ADPLOG

“Ci siamo conosciuti a Torino, durante un evento benefico. Lì ho presentato la mia idea, subito accolta da Steve che l’ha portata avanti con devozione, da vero numero 10”. A parlare dell’incontro con l’amico Steve McCurry è lo stesso Alessandro Del Piero, nel corso della conferenza stampa di presentazione della mostra fotografica Power of 10 […]

Ci siamo conosciuti a Torino, durante un evento benefico. Lì ho presentato la mia idea, subito accolta da Steve che l’ha portata avanti con devozione, da vero numero 10”. A parlare dell’incontro con l’amico Steve McCurry è lo stesso Alessandro Del Piero, nel corso della conferenza stampa di presentazione della mostra fotografica Power of 10 che si è svolta oggi presso ADPLOG. Uno spazio multifunzionale su tre piani (di cui uno interrato) che l’ex calciatore della Juventus ha aperto da circa un anno in pieno centro a Torino per avvicinare culture, esperienze e mondi apparentemente distanti, in una sintesi originale e sorprendente, e di cui saprete di più nel prossimo numero di Artribune Magazine, dove troverete la nostra intervista ad Alessandro Del Piero a proposito del nuovo spazio espositivo torinese. Che ora ospita, fino al 31 agosto, 60 scatti di Steve McCurry che raccontano i valori legati al numero “magico” di Del Piero, il 10, appunto. Come per esempio lo spirito di squadra, immortalato nell’immagine di un gruppo di donne indiane rannicchiate in cerchio per contrastare una tempesta di sabbia, o il valore dell’amicizia, rappresentato da un curioso legame tra un elefante e un ragazzo assorto nella lettura.

Non manca lo storico ritratto della ragazza afghana, visto innumerevoli volte, ma sempre capace di affascinare e stupire per l’intensità dello sguardo, con l’aggiunta di alcuni pezzi inediti, incentrati sul calcio. Come quello scattato in Etiopia nel 2013, dove si vede un gruppo di ragazzi giocare liberamente a pallone, senza sovrastrutture, ma con entusiasmo e passione per un semplice sport. “Che si trovassero a giocare in una zona di guerra, su una spiaggia, in un deserto, o in territorio allagato”, ha spiegato Steve McCurry, “avevano tutti la stessa passione e motivazione di vincere che ha catapultato Alex nella sua fama planetaria”. Parole dette con l’umanità che contraddistingue il celebre fotografo statunitense e che traspare nel nostro breve video. La mostra contribuirà a sostenere due realtà no-profit, importanti dal punto di vista sociale: Save The Dream, per la tutela dei principi dello sport, la cui sede italiana è ospitata proprio in ADPLOG  e Adisco, per la donazione del sangue cordonale e la ricerca scientifica collegata.

– Claudia Giraud

www.adplog.com/powerof10.htm