Ecologia di un parco divertimenti. Uno studio dedicato a Mirabilandia vince il Lucky Strike Talented Designer Award 2014: ecco le immagini

Mirabilandia verde. Il sempre più forte legame fra design ed ecologia, preminente anche nell’ultima edizione della Design Week milanese, trionfa anche in uno dei più noti premi legati al design, il Lucky Strike Talented Designer Award: e di mezzo c’è anche il famosissimo parco di divertimenti del ravennate. Non ci capite molto? Comprensibile, cerchiamo di […]

I finalisti del Lucky Strike Talented Designer Award

Mirabilandia verde. Il sempre più forte legame fra design ed ecologia, preminente anche nell’ultima edizione della Design Week milanese, trionfa anche in uno dei più noti premi legati al design, il Lucky Strike Talented Designer Award: e di mezzo c’è anche il famosissimo parco di divertimenti del ravennate.
Non ci capite molto? Comprensibile, cerchiamo di fare chiarezza: ad aggiudicarsi la nona edizione del contest fra le migliori tesi sul design, ideato dalla Raymond Loewy Foundation Italy, quest’anno in partnership con la Regione Puglia, è stato Mirabilandia is Green, progetto ecosostenibile di Daniele Locci, Federico Martorana e Omar Meletti, tre studenti del Politecnico di Torino. Un “interessante studio sull’interazione degli elementi del parco divertimenti, capace di apportare soluzioni migliorative riducendo sensibilmente il consumo di risorse ambientali ed economiche”, ha osservato la giuria: che al Castello Svevo di Bari lo ha ritenuto meritevole del premio di 16mila euro.
Alla fortezza medievale barese sono saliti sul podio anche i primi classificati delle cinque categorie del concorso; premiati con 2.500 euro ciascuno Stefano Panterotto per “Product”, Maria Serena Badessa per “Fashion”, Rosaria Falco per “Interior”, Roberto Maurizio Paura, Gilles Traditi e Francesco Mammetti per “Environmental-Urban” e Damiano Gui per “Web-Grafica-Apps”. Novità della IX edizione è stato il contest online, ideato per premiare la migliore presentazione video e vinto da Arianna Sbaffi -“Stand Up. Think Globally, Act Locally”.
La Giuria internazionale del premio Lucky Strike Talented Designer Award era composta dalla presidente Milena Mussi, managing director di Iosa Ghini Associati, Valia Barriello architetto e design editor per Artribune, Giulio Cappellini, art director e progettista Cap Design Spa, Mauro Guzzini, chief product innovation Teuco, Michael Erlhoff, preside fondatore della Köln International School of Design, e Lev Libeskind, ceo Libeskind Design.

www.raymondloewyfoundation.it

 

 

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.