Ecco le immagini del compleanno della Fondation Cartier pour l’Art Contemporain. Che a Parigi festeggia i suoi primi trent’anni con mostre ed eventi per tutta l’estate

Un evento “in movimento”, un viaggio raccontato attraverso le opere, gli artisti, le esposizioni e tutti gli eventi che hanno costruito la storia artistica ed umana di questo luogo d’arte. L’esposizione Mémoires Vives, che si apre oggi 10 maggio, ripercorre i trent’anni di attività a Parigi della Fondation Cartier pour l’Art Contemporain. Ogni mese ci […]

Un evento “in movimento”, un viaggio raccontato attraverso le opere, gli artisti, le esposizioni e tutti gli eventi che hanno costruito la storia artistica ed umana di questo luogo d’arte. L’esposizione Mémoires Vives, che si apre oggi 10 maggio, ripercorre i trent’anni di attività a Parigi della Fondation Cartier pour l’Art Contemporain. Ogni mese ci saranno nuove opere esposte, in maniera tale da creare un’esposizione storica e dinamica al tempo stesso. Presenti nel primo step della mostra opere di Dennis Oppenheim (Table piece, 1975), Richard Artschwager (Question MarkThree Period, 1994), Marc Newson (Kelvin 40, 2003), Ron Mueck (In bed, 2005) e una serie di disegni di Moebius.
Nata nel 1984, la Fondation Cartier è stata la prima fondazione privata in Francia a promuovere e sostenere l’arte contemporanea proponendosi come luogo internazionale e multidisciplinare, punto di incontro, confronto e crescita per artisti di tutto il mondo. Originariamente situata nel Castello di Montcel a Jouy-en-Josas, dal 1994 la Fondation si trasferisce al 261 Boulevard Raspail nel 14° arrondissement, all’interno dello splendido edificio di Jean Nouvel. Quest’opera architettonica è costruita intorno al cedro piantato da Chateaubriand nel 1825 ed è un monumento che esalta il gioco tra vetro e natura, caratteristica che contraddistingue il suo ideatore.
Per i prossimi mesi, la Fondation Cartier propone un variegato programma di eventi da condividere con il suo pubblico per festeggiare i 30 anni: proiezioni di film, Soirées Nomades (serate di concerti, danza e cabaret), Nuits de l’Incertitude, dibattiti e conferenze con ospiti internazionali, e attività per bambini. Nella gallery alcune foto del vernissage…

– Silvia Neri

Dal 10 maggio al 21 settembre 2014
Fondation Cartier pour l’Art Contemporain
261, Boulevard Raspail – 75014 Paris
www.fondation.cartier.com

CONDIVIDI
Silvia Neri
Silvia Neri nasce a Vicenza nel 1985. Si laurea nel 2010 in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Padova con una tesi in Storia dell'Arte contemporanea su Cremaster 3 di Matthew Barney. Nel 2008/2009 collabora con il Centro Nazionale di Fotografia di Padova. Scrive dal 2010 per la rivista AreaArte e collabora con artisti per la realizzazione di video e cortometraggi e allestimento di esposizioni d'arte. Vive a Parigi dove studia Art Contemporain et Nouveaux Medias a un master recherche all'Université di Paris 8 e collabora con la Galerie Bernard Bouche.