Venezia, tre giorni di storia e di cultura con l’Arsenale Aperto alla Città. Mostre, visite guidate, conferenze, degustazioni: la comunità riscopre lo straordinario complesso militare

Venezia in festa, per l’ultimo weekend di aprile, ad accogliere turisti e cittadini con un programma di appuntamenti culturali pensato per l’Arsenale: enorme struttura, cuore dell’industria navale veneziana fin dal Medioevo, tempio di gloriose memorie storiche ed economiche legate alla Serenissima. Qui, grazie ad un accordo tra il Comune di Venezia e VeLa Spa, assieme al Forum […]

Arsenale Aperto, Venezia

Venezia in festa, per l’ultimo weekend di aprile, ad accogliere turisti e cittadini con un programma di appuntamenti culturali pensato per l’Arsenale: enorme struttura, cuore dell’industria navale veneziana fin dal Medioevo, tempio di gloriose memorie storiche ed economiche legate alla Serenissima.
Qui, grazie ad un accordo tra il Comune di Venezia e VeLa Spa, assieme al Forum Futuro Arsenale, e in collaborazione con diversi enti – Consorzio Venezia Nuova, Fondazione La Biennale di Venezia, Magistrato alle Acque, Istituto di Studi Marittimi Militari – Marina Militare, Thetis spa e ACTV spa – tra il 25 e il 27 aprile è in corso “Arsenale Aperto alla Città”. Tre giorni per riscoprire un luogo straordinario, monumentale, che racconta secoli di lavoro, di attività navale e mercantile florida, ma anche di cultura, di biennali, di rassegne artistiche, di vita comunitaria. In programma una serie di visite guidate alle architetture, alle aree, ai cantieri, ai laboratori, alle barche tradizionali, e poi mostre, conferenze, lezioni di voga, degustazioni, estemporanee di ceramica, attività con i bambini, laboratori di disegno, eventi sportivi, musica. Tutto fruibile gratuitamente.
Una iniziativa che concretizza la volontà di  cooperazione tra l’amministrazione comunale, i cittadini e diversi soggetti pubblici e privati, coinvolti nel processo di rigenerazione e rilancio del complesso dell’Arsenale, sotto il profilo architettonico, urbanistico, funzionale. Un pezzo di Venezia da continuare a celebrare e da tenere vivo, tra il piano della memoria e la linea svettante del futuro.

Il programma dell’evento
www.comune.venezia.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.