Lo Strillone: Umberto Eco piange Jacques Le Goff su La Repubblica. E poi i moschettieri in mostra a Parigi, la tutela del copyright nell’era del web, scontro sugli abusi edilizi all’Isola della Maddalena…

Vince la sfida del coccodrillo più autorevole La Repubblica: a ricordare Jacques Le Goff, tra gli altri, anche un pezzo di Umberto Eco con richiamo in prima. E nella pagina della cultura sfodera un inedito del grande medievalista francese. Guai in vista per i pirati del web, ma non solo: giro di vite sul rispetto […]

Quotidiani
Quotidiani

Vince la sfida del coccodrillo più autorevole La Repubblica: a ricordare Jacques Le Goff, tra gli altri, anche un pezzo di Umberto Eco con richiamo in prima. E nella pagina della cultura sfodera un inedito del grande medievalista francese. Guai in vista per i pirati del web, ma non solo: giro di vite sul rispetto del copyright in ambiente digitale, stando a quanto annuncia il Corriere della Sera.

Mostre: Parigi celebra il mito dei moschettieri, tra realtà storica e finzione letteraria, su Quotidiano Nazionale; Regina José Galindo al PAC per Il Fatto Quotidiano. Scontri alla Maddalena, con centinaia di residenti che bloccano le ruspe destinate a fare giustizia degli abusi edilizi che infestano l’isola: il caso su L’Unità.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.