Lo Strillone: salta su Il Giornale l’asta parigina di cimeli di Hitler. E poi Cattelan ad Artissima, turismo culturale, Bellini a Brera…

Annullata a Parigi l’asta che metteva all’incanto una quarantina di oggetti appartenuti ad Adolf Hitler: l’annuncio con una breve su Il Giornale; sovrintendenti e direttori di museo a rapporto da Dario Franceschini, confronto al Ministero dei Beni Culturali e su Quotidiano Nazionale in merito alla governance delle istituzioni statali. Mezzo secolo fa un turista internazionale […]

Quotidiani
Quotidiani

Annullata a Parigi l’asta che metteva all’incanto una quarantina di oggetti appartenuti ad Adolf Hitler: l’annuncio con una breve su Il Giornale; sovrintendenti e direttori di museo a rapporto da Dario Franceschini, confronto al Ministero dei Beni Culturali e su Quotidiano Nazionale in merito alla governance delle istituzioni statali. Mezzo secolo fa un turista internazionale su cinque sceglieva l’Italia, oggi il rapporto è di uno a ventitré: le ricette di Libero per ripartire dalla cultura.

Poesia visiva in mostra a Fano e su il manifesto; Francesco Bonami intervista Maurizio Cattelan, tra i prossimi curatori di Artissima, per La Stampa. Dal restauro alla mostra il passo è breve: La Repubblica a Brera per il focus dedicato al Bellini fresco di restyling.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.