Lo Strillone: il nuovo film di Quentin Tarantino “bruciato” sulla rete, L’Unità sul caso della fuga di notizie. E poi Picasso sfrattato dal Four Season, Ai Weiwei in mostra a Berlino, il nuovo libro di Tomaso Montanari…

Atmosfere western per un plot stile Le Iene: è quello che sarebbe potuto essere The Hateful Eight, nuovo film di Quentin Tarantino, se solo la sua bozza di sceneggiatura non fosse stata pubblicata illecitamente sulla rete. Il regista, amareggiato, sembra in procinto di cestinare il progetto: tutti i retroscena sulla fuga di notizie su L’Unità. […]

Quotidiani
Quotidiani

Atmosfere western per un plot stile Le Iene: è quello che sarebbe potuto essere The Hateful Eight, nuovo film di Quentin Tarantino, se solo la sua bozza di sceneggiatura non fosse stata pubblicata illecitamente sulla rete. Il regista, amareggiato, sembra in procinto di cestinare il progetto: tutti i retroscena sulla fuga di notizie su L’Unità. Aggiornamenti sul caso Le Tricorne: La Stampa torna a New York per la questione legata alla possibile rimozione dell’opera firmata da Picasso per il Four Season.

Muore il pittore americano Mark Stock, il coccodrillo su Libero; mezzo secolo di Ciociara: La Repubblica celebra il film con Sofia Loren. Quotidiano Nazionale a Berlino per la retrospettiva evento di Ai Weiwei; Il Giornale a Londra: un David vestito Missoni come immagine coordinata per la mostra sulla moda italiana che inaugura al Victoria & Albert Museum. Esce per minimum fax Istruzioni per l’uso del futuro, nuovo pamphlet che Tomaso Montanari dedica al tema ella tutela del patrimonio culturale: la recensione è su Corriere della Sera.

– Lo Strillone di Artribune è  Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.