Lo Strillone: Banksy fa discutere a Bristol e su La Stampa. E poi Favara rinasce con l’arte, Piano negli USA, collezionismo bresciano…

Si litiga a Bristol per l’ultimo Banksy: su La Stampa la battaglia tra il sindaco della città (che vuole lasciare l’opera dove sta) e il centro giovanile al cui esterno è stata creata l’opera, che vorrebbe monetizzarla per garantire la propria attività e scongiurare una possibile chiusura. La Repubblica a Palazzo Sciarra per i grandi […]

Quotidiani
Quotidiani

Si litiga a Bristol per l’ultimo Banksy: su La Stampa la battaglia tra il sindaco della città (che vuole lasciare l’opera dove sta) e il centro giovanile al cui esterno è stata creata l’opera, che vorrebbe monetizzarla per garantire la propria attività e scongiurare una possibile chiusura.

La Repubblica a Palazzo Sciarra per i grandi pennelli inglesi: in mostra Hogart, Turner & friends; i capolavori del collezionismo bresciano – da Savoldo a Moretto – in mostra su Libero e a Palazzo Martinengo. Corriere della Sera torna negli States per il progetto di Renzo Piano per il nuovo Harvard Art Museum.

Reportage da Favara per L’Unità: ecco come una sonnacchiosa comunità della Sicilia riattiva la propria socialità grazie all’arte contemporanea. Il Giornale a Ostia antica, area archeologica che merita più attenzioni da parte del turismo culturale

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.