Gallerie italiane in Belgio. Oltre a quelle presenti ad Art Brussels, c’è chi resta in pianta stabile: Canal05 si racconta in video…

C’è tanta Italia a Bruxelles. Noi di Artribune l’abbiamo detto più di una volta: il Belgio sta diventando una delle piazze più interessanti per l’arte contemporanea. Ed uno dei luoghi in cui essere, non solo durante la fiera. Proseguendo idealmente la nostra inchiesta, apparsa sulle pagine di Artribune Magazine, Galleristi In&Out, continuiamo a seguire inoltre […]

Jacopo Morelli e Federico Corradazzo

C’è tanta Italia a Bruxelles. Noi di Artribune l’abbiamo detto più di una volta: il Belgio sta diventando una delle piazze più interessanti per l’arte contemporanea. Ed uno dei luoghi in cui essere, non solo durante la fiera. Proseguendo idealmente la nostra inchiesta, apparsa sulle pagine di Artribune Magazine, Galleristi In&Out, continuiamo a seguire inoltre le tracce dei professionisti che decidono di aprire il proprio spazio non nel Bel Paese, ma qui, dove in questi giorni si tiene una delle fiere più interessanti dell’agenda internazionale.
Come i titolari di Canal05, una galleria che sceglie la città belga come suo luogo natio. Inaugurata a febbraio 2014, con una mostra a cura di Raffaele Gavarro, la Canal05 è situata nella ex sede della galleria Vidal Cuglietta, nei dintorni di rue Dansaertstraat, una delle zone più interessanti della città. Jacopo Morelli e Federico Corradazzo, i giovanissimi fondatori, raccontano ai microfoni di Artribune le motivazioni, il contesto in cui operano, il mercato, i collezionisti, il rapporto con l’Italia…

– Santa Nastro

www.canal05.com

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.