Weekend fieristico anche a Parigi. Al Grand Palais va in scena Art Paris 2014: 140 gallerie internazionali, sette in arrivo dall’Italia

La fiera si svolgerà dal 27 al 30 marzo, sotto la cupola vetrata dell’edificio classicista… Un momento: cupola? Classisista? Sì, giusto, in questo giorni se si parla di fiera d’arte viene immediatamente da pensare a Miart, che si tiene in ben altro contesto. Eppure, nelle stesse identiche date dall’altra parte delle Alpi va in scena […]

La fiera si svolgerà dal 27 al 30 marzo, sotto la cupola vetrata dell’edificio classicista… Un momento: cupola? Classisista? Sì, giusto, in questo giorni se si parla di fiera d’arte viene immediatamente da pensare a Miart, che si tiene in ben altro contesto. Eppure, nelle stesse identiche date dall’altra parte delle Alpi va in scena anche Art Paris, la fiera primaverile della Ville Lumiére, ospitata appunto sotto le vetrate del Grand Palais.Circa 140 le gallerie presenti, provenienti da 20 paesi, una selezione sempre più internazionale (50% di gallerie straniere quest’anno, rispetto al 43% nel 2013) e con la Cina come ospite d’onore. Diverse le sezioni tematiche, alcune al debutto, da Promises – dedicata alle giovani gallerie – ad ArtDesign, che assegna anche l’omonimo Premio ArtDesign.
E sono tante anche le gallerie italiane a scommettere su Art Paris, preferendola alla passerella milanese: dalle meneghine Mimmo Scognamiglio e Studio Vigato, alle fiorentine Alessandro Bagnai ed Eduardo Secci Contemporary, fino a Louise Alexander Gallery (Porto Cervo), Boesso Art Gallery (Bolzano), Venice Projects (Venezia),

www.artparis.com

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.