Un Must, da dieci anni. Artour-O festeggia a Firenze l’importante ricorrenza, con una nuova sede, nuovi partner istituzionali e un progetto di espansione in Spagna

Compleanno speciale festeggiato a Firenze per Artour-O il Must, l’evento che ha costruito il suo successo nella natura ibrida che ne fa un po’ fiera d’arte, un po’ momento di comunicazione e divulgazione in ambito creativo, un po’ piattaforma dedicata agli attuali committenti che scelgono il lessico dell’arte e del design per comunicare. E per […]

Compleanno speciale festeggiato a Firenze per Artour-O il Must, l’evento che ha costruito il suo successo nella natura ibrida che ne fa un po’ fiera d’arte, un po’ momento di comunicazione e divulgazione in ambito creativo, un po’ piattaforma dedicata agli attuali committenti che scelgono il lessico dell’arte e del design per comunicare. E per l’occasione duplica le sedi principali: a Villa la Vedetta si affianca Villa Fani, una magione privata aperta per la prima volta al pubblico. Enti, istituzioni, associazioni, musei e aziende si danno appuntamento nel capoluogo toscano per raccontare la loro identità e l’attività che svolgono sul loro territorio. Quest’anno sono presenti come main partners l’Accademia delle Arti Del Disegno di Firenze, la più antica d’Europa, e il Comune di Genova. Ospite internazionale di questa edizione è la Spagna, che partecipa con un progetto specifico, in vista del prossimo appuntamento di Artour-O all’estero che sarà a Merida.
Riconfermano la loro partecipazione l’Accademia di Belle Arti di Roma, il Politecnico di Design di Milano, la Facoltà di Architettura dell’Università di Genova, le aziende Florengas, Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, Marchesato degli Aleramici, MISA Fonte del Giglio e Fondazione Fiumara d’arte. Ricco nei tregiorni – fra il 14 e il 16 marzo – il programma strutturato sulle sezioni Interior, Nel Parco e A Tavola, affiancate da Focus dedicati a diversi approfondimenti: fra questi, in occasione delle celebrazioni dei 450 anni dalla morte di Michelangelo, nell’ambito del progetto regionale Toscanaincontemporanea, con l’Accademia delle Arti del Disegno Artour-O realizza la mostra Io e Michelangelo, su progetto di Tiziana Leopizzi. Domenica 16 marzo è prevista l’assegnazione degli Artour-O d’Argento, riconoscimenti destinati a personaggi che si sono distinti come committenti: i premiati quest’anno sono Vittorio Livi di Fiam Italia, Giampiero Brogi di ColleVilca Cristalleria e  l’eclettico Daniele Lombardi.

www.artour-o.com