Primavera con Piero Manzoni a Milano. Anche Artribune Magazine si dedica alla grande mostra in arrivo a Palazzo Reale: con tante sorprese da scoprire fra le pagine…

“Forma, colore, dimensioni, non hanno senso: vi è solo per l’artista il problema di conquistare la più integrale libertà: le barriere sono una sfida, le fisiche per lo scienziato come le mentali per l’artista”. Questo dichiarava Piero Manzoni nel 1961. L’anno scorso, nel 2013, ricorrevano i cinquant’anni dalla morte (e gli ottanta dalla nascita) di […]

Forma, colore, dimensioni, non hanno senso: vi è solo per l’artista il problema di conquistare la più integrale libertà: le barriere sono una sfida, le fisiche per lo scienziato come le mentali per l’artista”. Questo dichiarava Piero Manzoni nel 1961. L’anno scorso, nel 2013, ricorrevano i cinquant’anni dalla morte (e gli ottanta dalla nascita) di un artista che ha rivoluzionato l’arte. E ora Milano prepara una grande retrospettiva a lui dedicata, che si apre il 25 marzo a Palazzo Reale di Milano: un evento che non poteva sfuggire ad Artribune Magazine, che infatti nel numero 18 – in uscita proprio in quei giorni – ripercorre la parabola del grande artista insieme a due esperti manzoniani come Gaspare Luigi Marcone e Flaminio Gualdoni. Tanti gli aneddoti rievocati, nella folgorante esistenza del genio esauritasi a soli trent’anni: come l’impresa – giusto per citarne una – della Linea di 7.200 metri, realizzata in circa tre ore a Herning, in Danimarca. Poi una vera chicca: visto che il magazine ripubblicherà anche l’ultimo testo edito in vita da Manzoni, apparso sulla rivista Evoluzione delle lettere e delle arti nel gennaio del 1963 (l’artista morirà il 6 febbraio dello stesso anno). Di che parlava? Lo scoprirete sulle pagine della rivista…

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune